Smog pericoloso per i bambini quanto il fumo passivo. A sostenerlo uno studio promosso dal consorzio Aphekom, al quale fanno capo diversi centri di ricerca sparsi in tutta Europa. In particolare la ricerca ha puntato ad analizzarne gli effetti su chi è affetto da patologie respiratorie croniche.

I vari agenti inquinanti presenti nello smog rappresenterebbero una minaccia significativa soprattutto per coloro soffrono di asma cronico. Secondo il rapporto è evidente la correlazione tra polveri sottili e altre particelle inquinanti presenti nell’aria e gli effetti nocivi sui piccoli malati. Secondo quanto riportato sullo European Respiratory Journal la percentuale di bambini interessati dagli effetti dell’inquinamento atmosferico sarebbe del 14%, all’incirca quanto viene ritenuto valido dall’OMS per il fumo passivo (tra il 4 e il 18%).

>>Leggi come lo smog rappresenti un pericolo per i polmoni dei neonati

La metodologia impiegata è quella della “Frazione attribuibile della popolazione”, che permette di misurare l’impatto sulla variabile dipendente (in questo caso il numero di malati) da parte della variabile indipendente (l’inquinamento atmosferico) in relazione ai cittadini interessati. Per realizzare la ricerca sono stati associati gli abitanti di 10 città europee ai livelli di smog nelle rispettive zone residenziali, al fine di analizzare ogni possibile riduzione degli effetti in funzione della ridotta esposizione agli agenti inquinanti.

>>Leggi le correlazioni tra la dermatite nei bambini e lo smog secondo i pediatri

Stando a quanto affermato dagli stessi autori dello studio, presentato durante quello la Commissione UE ha scelto come “Anno dell’Aria“, il traffico sarebbe uno dei responsabili maggiori. I suoi effetti nocivi si ripercuotono anche sugli adulti, con l’incremento delle patologie coronariche riscontrato che segue le percentuali registrate per l’asma cronico nei bambini:

Lo studio conferma che il traffico è responsabile di una grande quantità di malattie croniche prevenibili.

>>Leggi l’impatto dello smog sulla salute a Milano

Notizie poco rassicuranti per gli abitanti delle città italiane. In Italia le ultime stime parlano di una spesa sanitaria legata allo smog di circa 15,5 miliardi l’anno. Milano e Roma in testa, con la Capitale di recente bocciata dal Treno Verde di Legambiente per quanto riguarda le politiche ambientali. Non meglio va al capoluogo lombardo, che si trova a fronteggiare un’affezione ormai cronica da smog e preoccupanti dati sulla mortalità derivata presentati lo scorso novembre.

26 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento