È stato presentato ieri a Roma, in occasione della prima di 4 domeniche ecologiche, il dossier “PM10 a Roma” da parte di Legambiente Lazio. Nella giornata di ieri l’associazione ha curato anche l’animazione e ha reso disponibili, in collaborazione con EleBike, alcune bici a pedalata assistita. Nel dossier i dati indicano per il 2015 dei valori record rispetto a quelli del 2014 e del 2013.

I dati provengono dai rilevamenti della centraline di ARPA Lazio posizionate in vari punti della città. Venerdì 13 novembre a Cinecittà si sono contati 27 superamenti dei valori limite giornalieri (limite di 50 µg/m³ imposto dall’Unione europea) a partire dall’inizio dell’anno.

Durante i due anni precedenti, nello stesso periodo, ne erano stati misurati 23 a Cinecittà nel 2014 e 22 in Corso Francia nel 2013, anche se pure in queste due annate, aggiornando il dato a dicembre, i superamenti erano stati superiori ai 35 giorni (massimo numero di superamenti consentiti in un anno) arrivando a 41 nel 2013 (Corso Francia e via Tiburtina) e a 43 nel 2014 (via Tiburtina).

Per 5 giorni di seguito, prima della domenica ecologica, dal 9 al 13 novembre il limite massimo è stato superato, segnando un picco l’11 con 67 µg/m³. Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio, spiega come sia importante l’intervento del Comune di Roma nel scegliere di ridurre la circolazione delle auto, ma aggiunge che non basta:

Oltre a rispettare il Piano Regionale di Risanamento dell’Aria che prevede blocchi alle auto inquinanti, targhe alterne e calendarizzazione di almeno quattro domeniche ecologiche, vanno messe in campo politiche volte alla riduzione del traffico privato e alla valorizzazione e al miglioramento del trasporto pubblico e della mobilità nuova.

In una città attanagliata dallo smog servono isole pedonali, ampliamento delle zone ZTL, liberazione del centro storico dalle automobili e bisogna iniziare proprio da via dei Fori, completandone la pedonalizzazione così come in tutte le strade intorno al Colosseo, per liberare il più importante monumento italiano dal triste ruolo di spartitraffico a cui è stato relegato per troppi decenni; un provvedimento che restituirebbe bellezza a Roma e parlerebbe al mondo intero.

Da parte sua il Commissario Francesco Paolo Tronca, ha deciso estendere la riduzione del numero di auto (domenica hanno circolato i veicoli a metano, gpl, le auto ibride, Euro 6, i ciclomotori due ruote quattro tempi Euro 2 e i motocicli quattro tempi Euro 3) anche nei giorni di oggi e domani applicando le targhe alterne.

16 novembre 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento