Alimentare gli autobus con il biodiesel permetterebbe di ridurre le emissioni inquinanti in città. A rivelarlo è una recente analisi condotta dai ricercatori del Mineta National Transit Research Consortium (MNTRC). Lo studio, intitolato “Combustion Chemistry of Biodiesel for Use in Urban Transport Buses: Experiment and Modeling” ha messo a confronto le polveri sottili e i gas serra generati dai mezzi pubblici alimentati a biodiesel con le emissioni attribuibili agli autobus che utilizzano il diesel convenzionale.

I risultati suggeriscono che sarebbe opportuno utilizzare autobus a biodiesel per la flotta del trasporto pubblico urbano. Questi mezzi emettono una quantità inferiore di particolato e di gas serra, con effetti positivi sulla qualità dell’aria in città e un conseguente miglioramento della salute pubblica. Come ha illustrato il dottor Ashok Kumar, uno degli autori principali dello studio:

Le proprietà fisiche delle miscele di biodiesel sono molto importanti nel corso della combustione. L’alta viscosità riduce le perdite di combustibile durante l’iniezione. La densità del carburante incide sull’avvio dell’iniezione e sulla pressione. Quando la temperatura del carburante cambia e il biodiesel entra in un motore con temperature differenti, calde o fredde, il combustibile si comporta diversamente e i valori delle emissioni variano.

Gli autori dell’analisi svelano che si genera, quando il motore è già caldo, una quantità inferiore di emissioni. Il biodiesel emette inoltre quantità minori di zolfo, carbonio elementare e monossido di carbonio.

Altro punto a favore del biodiesel è la sua bassa infiammabilità che lo rende decisamente più sicuro rispetto ad altri combustibili. Inoltre il processo di stoccaggio è semplice ed economico. Alla luce dei dati raccolti, i ricercatori suggeriscono ai Governi di promuovere i veicoli a biodiesel sia per il trasporto pubblico che per quello privato al fine di ridurre lo smog e le spese sanitarie legate all’inquinamento atmosferico.

29 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
Via:
Immagini:
Lascia un commento