Annusare l’odore di pesce marcio aiuta a smettere di fumare. L’insolito trattamento per liberare dal vizio del fumo arriva dal Weizmann Institute of Science, Israele, dove i ricercatori hanno sottoposto i partecipanti a una serie di test dai tratti quantomeno insoliti.

Rifacendosi in qualche modo ai lavori di Pavlov in merito al condizionamento classico, i ricercatori israeliani hanno provato a “condizionare” i 66 partecipanti, tutti fumatori con il desiderio di smettere. Un terzo di loro è stato esposto all’odore del fumo di sigaretta associato a quello piuttosto sgradevole del pesce marcio.

Il tutto è stato scelto avvenisse durante il sonno, durante la fase “non REM”, esponendo in rapida successione un terzo degli individui prima all’odore del fumo di sigaretta e subito dopo a quello di pesce marcio. Le alterazioni prodotte nel ritmo respiratorio hanno indicato ai ricercatori l’effettiva ricezione dello stimolo sgradito da parte dei volontari.

Altri due gruppi sono stati poi sottoposti soltanto a uno dei due odori, di pesce marcio o di fumo di sigaretta. In nessuno di questi due si è però prodotto alcun risultato apprezzabile per quanto riguarda lo smettere di fumare.

Tuttavia, pur producendo un effetto sui partecipanti sottoposti a entrambi gli stimoli, il condizionamento ha portato a un risultato soltanto parziale. A distanza di tempo il vizio del fumo è risultato non scomparire del tutto, anche se i fumatori hanno dichiarato di aver ridotto l’utilizzo della sigaretta di circa il 30%.

18 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
massimo t., mercoledì 19 novembre 2014 alle9:34 ha scritto: rispondi »

circa 20 anni fa ho smesso di fumare; ero un fumatore pesante da 30 anni , consumavo sino a tre pacchetti tra giorno e notte ( in quanto capitava di lavcorare di notte) . Ho smesso con un modo semplicissimo: fumavo solo alcume marche di sigarette che comperavo a stecche; se per caso le finivo e qualche collega mi offriva di fumare ho notato che se l'offerta non riguardava sigarette mi mio gusto il fumare non mi soddisfaceva troppo; é stato a questo punto che per smettere ho incominciato a comperare sempre ub solo pacchetto di sigarette e rigorosamente ogni volta diverso dai miei abituali; dopo una decina di giorni , complice anche una forma influenzale intervenuta, mi sono trovato a non provare più desiderio di sigarette e ho smesso : AUGURI !!!!!!! MASSIMO T

Pier Giorgio, martedì 18 novembre 2014 alle22:24 ha scritto: rispondi »

Se posso dire la mia: anni fa un medico nel corso di una visita di controllo, mi ha chiesto: Lei fuma? Io ho risposto Si una decina di sigarette al giorno, Pianti li di fumare! fu a sua risposta. Io da quel momento non ho più toccato una sigaretta e in cantina ho ancora l'ultimo mezzo pacchetto. Quindi non capisco la puzza di marcio o altri sistemi per smettere di fumare. Penso che basti un po' di buona volontà!

franz73, martedì 18 novembre 2014 alle20:42 ha scritto: rispondi »

Poco credibile, troppo intricata la psicologia del fumatore per scioglierla con una puzza!!!!

Lascia un commento