La terza edizione di Smart Energy Expo si è chiusa con un bilancio positivo. La fiera internazionale dedicata all’efficienza energetica svoltasi dal 14 al 16 ottobre a Veronafiere ha visto la partecipazione di importanti gruppi industriali quali Acotel, AB, Edison e Saint-Gobain.

Gli oltre 130 convegni promossi a Smart Energy Expo sono stati un’occasione importante per fare il punto sulle prospettive e le criticità del mercato, mettere in contatto le diverse realtà del settore e organizzare nuovi corsi di formazione.

Nell’ambito di Smart Energy Expo l’ENEA ha organizzato gli Stati Generali dell’Efficienza Energetica, un convegno che ha analizzato gli scenari evolutivi del settore in diverse aree: dall’agricoltura all’energia; dalla mobilità all’edilizia. Come ha sottolineato Alessandro Ortis, presidente degli Stati Generali dell’efficienza energetica:

L’efficienza energetica è la leva più efficace per uno sviluppo sostenibile perché permette di risparmiare ai cittadini e alle imprese, rendendo al contempo le aziende più competitive sul mercato.

Tra i dati più interessanti emersi nel corso dell’incontro figurano i benefici del car sharing. Secondo gli esperti ogni auto condivisa riduce di 12 unità il numero di auto private in circolazione. Smart Energy Expo è stata un’occasione importante anche per fare il punto sulle nuove figure professionali legate all’efficienza energetica.

Nel corso di un convegno la FIRE-Federazione Italiana per l’uso razionale dell’energia ha chiarito il ruolo dell’energy manager, un professionista che aiuta le aziende a ridurre i consumi, occupandosi di risparmio energetico e integrazione delle fonti rinnovabili. Oggi in Italia si contano 2.341 energy manager, il 20% in più rispetto al 2005.

Un’altra figura emergente è quella dell’EGE, l’esperto in gestione dell’energia, che offre alle aziende consulenze su più livelli. Dal convegno della FIRE è emerso che in Italia attualmente ci sono 500 EGE. La rassegna si è chiusa con l’intervento di Josephina Lindblom della Commissione Europea. La Lindblom ha sottolineato i vantaggi ambientali dello sviluppo del fotovoltaico:

Un investimento di 100.000 euro nei pannelli fotovoltaici permette di risparmiare 75 tonnellate di CO2 in 30 anni e nel low carbon il risparmio immediato è di 663 tonnellate di CO2.

La prossima edizione di Smart Energy Expo si svolgerà a Veronafiere dal 12 al 14 ottobre 2016.

20 ottobre 2015
Lascia un commento