Parte domani a Verona la seconda edizione di Smart Energy Expo, rassegna internazionale dedicata al variegato mondo dell’efficienza energetica che vedrà quest’anno la partecipazione di oltre 100 aziende. Dalle nuove tecnologie ai prodotti più innovativi per il risparmio energetico, Verona Fiere ospiterà i protagonisti dell’intera filiera.

Dall’8 al 10 ottobre allo Smart Energy Expo un calendario fitto di incontri, mostre e workshop guiderà i visitatori alla scoperta delle ultime novità in materia di coibentazione degli edifici, riduzione degli sprechi e gestione intelligente dell’energia. Quello dell’efficienza energetica è un terreno fertile per ridurre le emissioni di gas serra e tagliare i costi delle bollette, creando fino a 500 mila nuovi posti di lavoro da qui al 2020. In soli 10 anni il comparto ha già tagliato i costi in bolletta del 5%, generando un giro d’affari di 310 miliardi di dollari all’anno.

Secondo i dati di un sondaggio che verrà presentato domani, gli italiani credono nell’efficienza energetica e sono pronti a investire dai 100 ai 500 euro all’anno per conseguire un risparmio a lungo termine sulle spese domestiche. Ciononostante, a frenare gli investimenti dei cittadini nel settore è spesso la mancanza di informazioni chiare e trasparenti sulle detrazioni fiscali presenti.

Per colmare queste lacune le aziende che lavorano nel settore, circa 250 mila in Italia, devono investire maggiormente in comunicazione. Anche di questo si parlerà nei prossimi giorni presso il quartiere espositivo scaligero, alla presenza di giornalisti ed esponenti del mondo politico. Tante le autorità di spicco del mondo dell’energia presenti, da Maria van der Hoeven, direttore esecutivo della IEA che aprirà i lavori, a Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, atteso per giovedì 9 ottobre.

Nell’ambito di uno degli eventi più importanti in programma, il Verona Efficiency Summit, fissato per le 10 e 30 presso l’auditorium Verdi del Centro congressi di Verona Fiere, verranno presentati i dati del sondaggio “Gli italiani e l’efficienza energetica” e il nuovo Energy efficiency market report.

7 ottobre 2014
Lascia un commento