Sarà commercializzata in autunno, ma grazie all’invito di Mercedes abbiamo potuto provare in anteprima per l’Italia la bicicletta a pedalata assistita a marchio Smart. La Smart ebike è una bici elettrica a pedalata assistita (Pedal Electric Cycle, Pedelec) dal design molto curato, completamente in alluminio, che presenta delle soluzioni tecniche davvero interessanti:

  • il motore elettrico BionX è integrato nel mozzo della ruota posteriore, guadagnando in questo modo spazio prezioso;
  • al posto di una comune catena è stata utilizzata una cinghia dentata in carbonio (non sporca, è resistente e non richiede manutenzione) ;
  • la batteria agli ioni di litio da 400 Wh e 250 Watt è collocata nel cannone inferiore del triangolo del telaio e permette sulla carta un’autonomia fino a 100 KM;
  • una carica completa impiega 5 ore collegando la batteria a una comune presa elettrica. La batteria è completamente removibile e dunque facilmente collegabile a una presa di casa;
  • in fase di frenata la batteria viene ricaricata, aumentando l’autonomia di una ricarica..

L’ebike di Smart ha ben quattro livelli di “assistenza” alla pedalata, selezionabili da un “mini computer di bordo” integrato nel manubrio che permette di scegliere l’aiuto più idoneo per consentire di minimizzare lo sforzo muscolare, soprattutto quando si affrontano salite o tratti di strada complessi. È presente inoltre un cambio che permette di scegliere tra tre rapporti in base alle proprie esigenze di pedalata. Per completare il quadro “tecnico” della bici vanno sicuramente menzionati i freni a disco, anteriori e posteriopri, le ruote, decisamente grandi con i loro 26 pollici, che montano pneumatici resistenti alla foratura, (Continental EcoContact Plus) e le luci a LED (anteriori e posteriori).

La prova su strada che ci è stata offerta è stata utile a sperimentare sul campo la Smart ebike, non la solita prova su un percorso “chiuso”, ma un giro completo nel centro di Roma, sulla pista ciclabile che dal Foro Italico va fino all’Isola Tiberina.

L’assistenza alla pedalata è decisamente utile quando si affrontano le salite, permettendo di ridurre al minimo la fatica a cui è abituato chi utilizza una normale bici. Ovviamente il motore elettrico può essere utilizzato anche sul rettilineo, consentendo di raggiungere senza problemi velocità interessanti anche se è stata predisposta una limitazione nel motore che non può superare i 25 Km/h. Questo blocco permette di poter utilizzare l’ebike senza patente, né assicurazione.

La Smart ebike si è dimostrata facile da guidare, le ruote sufficientemente ampie e resistenti per una guida cittadina, il sistema di freni anteriore e posteriore preciso e la pedalata assistita davvero comoda per riprendere fiato o affrontare delle salite. Unico neo riscontrato è il peso, assolutamente in linea con i concorrenti, ma forse ancora troppo elevato, 25 KG che purtroppo si sentono tutti quando è necessario sollevare la bicicletta per salire un marciapiede o una scalinata.

La bicicletta elettrica di Smart sarà in vendita soltanto nei punti vendita autorizzati del gruppo, non dunque nei consueti rivenditori di bici, a partire dal prossimo autunno a un prezzo di 2.899 euro. Saranno venduti per la data di commercializzazione anche degli accessori utili come portapacchi, caschi, giacche a vento e zaini. Probabilmente per l’arrivo sul mercato italiano verrà resa disponibile anche un’app per iPhone e iPod Touch che consentirà di collegare i device di Cupertino al computer di bordo della Smart ebike per poter caricare e scaricare i dati relativi alla carica della batteria e all’autonomia della ebike.

13 giugno 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Giuseppe, venerdì 28 giugno 2013 alle22:41 ha scritto: rispondi »

Poiché già da vari anni ho come auto una Smart avrei preso molto volentieri anche la e-bike ma anch'io trovo carente tale bici delle sospensioni che su losco nesso si rivelano molto utili. Pertanto, allo stesso prezzo, ho acquistato una Flyer molto accessorista rispetto alla Smart. Spero chela Smart venga migliorata.

r_2012, mercoledì 13 giugno 2012 alle10:57 ha scritto: rispondi »

Tutto molto trendy come da copione Smart, ma dato che c'erano a quel prezzo non potevano anche dotarle di normalissime sospensioni? Immagino la vostra prova sui sampietrini di Roma............. 

Lascia un commento