Le smagliature sono un fastidioso inestetismo molto diffuso, che colpisce indistintamente donne e uomini. Fra le due controparti, però, vi possono essere anche differenze importanti, soprattutto in termini di punti critici, cause e possibili rimedi naturali per affrontarle. Quali sono, di conseguenza, i consigli più indicati per il trattamento delle smagliature dell’uomo?

Prima di cominciare la trattazione, vale la pena di sottolineare come le smagliature siano uno dei problemi estetici più difficili da trattare, poiché i segni sulla pelle tendono a rimanere tali nel tempo. Si può però tentare di ridurne l’evidenza e, in ogni caso, prima di affrontare un percorso casalingo è sempre indicato chiedere un parere a un professionista esperto, a partire dal dermatologo.

Smagliature: definizioni e cause

Le smagliature, note anche come striae distensae, sono degli inestetismi che si presentano sulla superficie della pelle. Molto comuni sia fra le donne che fra gli uomini, sono delle vere e proprie striature sulla pelle, di solito longitudinali e caratterizzate da una lieve depressione. Si presentano come dei segni di cute atrofica,di un colore più acceso o più sbiadito rispetto a quello del normale incarnato, a seconda della loro evoluzione nel tempo. La porzione di pelle coinvolta è poco elastica, più sottile, mentre le dimensioni possono variare. Di norma anche molto lunghe, sui 15-20 centimetri, hanno di solito larghezza contenuta, da pochi millimetri a qualche centimetro. Le smagliature non presentano normalmente nessun problema per la salute, poiché sono un disturbo prettamente estetico. Allo stesso tempo, però, possono causare problemi di accettazione a livello psicologico, soprattutto in quelle occasioni sociali dove la loro presenza può risultare agli altri più evidente, come in spiaggia, ai bagni termali, negli spogliatoi delle palestre e così via.

La prima causa delle smagliature nell’uomo deriva dalla normale evoluzione nella pubertà, con una maggiore incidenza tra i 14 e i 20 anni. I grandi cambiamenti a cui è sottoposto il corpo in questa fase, con un veloce aumento dell’altezza e del peso, possono determinare una perdita di elasticità in alcuni punti chiave del corpo, con l’apparizione dei primi segni che, di fatto, assomigliano a cicatrici. Terminato lo sviluppo in fase adolescenziale, tuttavia, sono molti altri i fattori che possono influire, a qualsiasi età. Oltre alla predisposizione personale, a favorire la loro apparizione possono essere le cause meccaniche, come rapidi aumenti di peso o perdita dello stesso, trattamenti prolungati con farmaci cortisonici, una dieta poco equilibrata, uno stile di vita sedentario, nonché vizi come il fumo e l’alcol poiché influiscono direttamente sull’elasticità della pelle.

Smagliature nell’uomo: punti critici e prevenzione

Sebbene frequenti sia nella donna che nell’uomo, fra le tue controparti vi è una decisa differenza nelle zone del corpo di più probabile comparsa. Per il genere maschile, le fastidiose striature sono più frequenti su glutei, zona lombare, addome e torace: le aree, non a caso, dove l’uomo tende a subire i maggiori accumuli di adipe, e anche a perdere maggiore peso dopo trattamenti mirati, modificando quindi in modo importante la propria conformazione. Più rare – ma non impossibili – le smagliature su gambe e braccia: questo fenomeno si presenta soprattutto a seguito della perdita di peso dopo una situazione di forte sovrappeso oppure obesità.

La prevenzione e uno stile di vita sano sono molto importanti per ridurre la probabilità di soffrire del disturbo estetico. Il primo consiglio è quello di seguire una dieta equilibrata, ricca di fibre, verdure, cereali, povera di grassi saturi, che assicuri un buon apporto di vitamine utili all’elasticità della pelle e alla produzione di collagene. Segue quindi la necessità di evitare percorsi di dimagrimento, oppure l’aumento di peso, troppo repentini: è necessario, infatti, consentire alla pelle di adeguarsi progressivamente ai cambiamenti del corpo. Utile anche bere molta acqua, almeno un paio di litri al giorno, per garantirne il massimo dell’idratazione, quindi praticare una moderata attività fisica durante la giornata, evitare fumo e alcol e, infine, abiti troppo aderenti per non compromettere la microcircolazione locale.

Rimedi naturali

Sebbene possa risultare complesso eliminare completamente le smagliature, oggi esistono numerosi trattamenti per renderle meno evidenti: prodotti farmacologici ad applicazione locale, microdermoabrasione, laser, acido ialurinico e via dicendo. Tutti trattamenti da concordare sempre con i professionisti del settore medico, in particolare il dermatologo.

In caso si volessero tentare dei rimedi naturali, dall’universo dei famosi metodi popolari e delle nonne, è sempre indicato il parere preventivo del medico. In genere, si tratta di prodotti da applicare localmente, quali l’olio di lavanda o di mandorla, ma anche quello di rosa mosqueta, di semi di lino, di cocco e calendula, quindi burro di karité e gel all’aloe vera. Si tratta di prodotti normalmente di uso molto comune, e di norma ben tollerati, ma meglio evitare in caso di dubbi o di ipersensibilizzazione nota verso i loro principi attivi.

7 maggio 2016
Lascia un commento