Il nuovo regolamento del SISTRI è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale con decreto 78/2016 ed entrerà in vigore dall’8 giugno. Le novità introdotte nel sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi saranno però operative soltanto a seguito della pubblicazione dei relativi decreti ministeriali.

La principale novità contenuta nel nuovo regolamento, composto da 24 articoli, riguarda la semplificazione delle comunicazioni al SISTRI. I soggetti obbligati all’iscrizione potranno affidarsi alle associazioni di categoria per espletare gli adempimenti.

Il regolamento contiene due allegati che indicano l’ammontare dei contributi annuali a carico degli iscritti e i nuovi obblighi introdotti a seguito del passaggio di alcune procedure dal cartaceo al digitale. I soggetti obbligati a registrarsi al SISTRI restano invariati e includono le imprese che producono rifiuti pericolosi; i trasportatori; i responsabili dei rifiuti negli scali marittimi e ferroviari.

I soggetti non obbligati a registrarsi al SISTRI con l’entrata in vigore del nuovo regolamento potranno continuare a usufruire dell’adesione volontaria al sistema di tracciabilità. Trascorsi 30 giorni dall’iscrizione gli utenti riceveranno le credenziali per accedere alla piattaforma e un dispositivo USB.

I soggetti avranno tempo 10 giorni dalla produzione dei rifiuti pericolosi per compilare la scheda, in cui dovranno essere indicate la tipologia e le quantità. I produttori di rifiuti pericolosi potranno avvalersi di servizi di raccolta convenzionati per assolvere ai loro obblighi.

Il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti confida che le semplificazioni introdotte agevoleranno le imprese nella gestione dei rifiuti pericolosi, finora ritenuta un onere insostenibile, riducendone i costi e aumentando le garanzie.

A settembre del 2016 è attesa un’ulteriore novità sul fronte SISTRI. Per quella data infatti dovrebbero essere resi noti i vincitori della gara. I nuovi affidatari verranno inizialmente affiancati dall’attuale gestore. Il ministro ha sottolineato che il nuovo regolamento ha già ottenuto l’apprezzamento degli operatori, segnando l’inizio di una nuova era:

Ci avviamo verso un sistema più semplice ed economico per le imprese. Si tratta di uno spartiacque con un passato di troppe incertezze e criticità.

26 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
PMI
Immagini:
Lascia un commento