Al via oggi la sperimentazione per un’intera giornata di SISTRI, il sistema digitale per il tracciamento dei rifiuti. Un test importante in vista dell’entrata in vigore definitiva, attesa per il prossimo 1° di giugno. Una data che è stata più volte argomento di polemiche, in seguito alle difficoltà riscontrate della aziende coinvolte nella nuova normativa sulla gestione dei rifiuti.

Con il Click Day di oggi, voluto da Confindustria e Rete Impresa Italia con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, si vogliono testare la funzionalità dei dispositivi USB (chiavetta) e BB (Black Box) e quindi la capacità di SISTRI di ricevere le informazioni che le imprese dell’intera filiera sono tenute a inviare al fine di consentire la tracciabilità dei rifiuti.

Un’ultima occasione per dare il proprio feedback sul nuovo sistema, al fine di consentire appropriate modifiche basate sui dati oggettivi della sperimentazione, con la speranza che a giugno non si verifichino molte delle problematiche riscontrate finora dagli operatori, come blocchi di funzionamento, problemi con la copertura della rete internet, difficoltà per le aziende con più siti produttivi, blocchi del sistema e dei dispositivi USB, mancanza di interoperabilità.

In pratica oggi le imprese dovranno seguire le normali procedure, simulando quello che avverrà dall’inizio di giugno, per poi seguire la procedura di report messa a disposizione dalle associazioni aderenti all’iniziativa per registrare automaticamente le impressioni e risultati ottenuti con i collegamenti.

11 maggio 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento