L’entrata in vigore del SISTRI è stata rinviata ancora una volta. Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del cosiddetto decreto Milleproroghe, infatti, il termine di entrata in operatività del Sistema Elettronico di Tracciabilità dei Rifiuti Speciali e Pericolosi è stato prorogato al 2 aprile 2012.

La Finanziaria di settembre aveva salvato il SISTRI dalla definitiva abrogazione stabilendone l’avvio operativo per il mese di febbraio, ma ora è stata disposta l’ennesima proroga. Per gli imprenditori agricoli che producono e trasportano rifiuti pericolosi in modo occasionale e saltuario, invece, l’iscrizione al Sistema dovrà avvenire entro il prossimo 2 luglio.

Non si tratta, comunque, dell’unica novità introdotta con il Milleproroghe. Estesa anche la competenza in materia di gestione dei processi e dei flussi di informazioni contenuti nel SISTRI, che non riguarda più soltanto il Comando Carabinieri tutela ambiente, ma l’Arma dei Carabinieri nel suo insieme.

Introdotte infine delle variazioni anche per quanto riguarda la gestione delle chiavette Usb necessarie per utilizzare il sistema: prima di tutto, la denominazione dei dispositivi passa da “unità locale” a “unità operativa”. La custodia delle chiavette, inoltre, sarà di responsabilità del titolare dell’impresa iscritta al SISTRI e non al delegato, che continuerà ad essere responsabile del corretto inserimento dei dati, ma non della loro veridicità.

Fonti: Puntosicuro | Oipamagazine

11 gennaio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento