I sistemi di accumulo al litio potrebbero essere sostituiti con lo zinco. È questa l’idea di una start-up americana che si occupa delle soluzioni di accumulo energetico dedicate alla rete elettrica. Si tratta di ViZn Energy Systems, che ha pubblicato una nota apposita nella quale si può leggere la sua intenzione.

=> Leggi le novità in arrivo a Key Energy 2017 su fotovoltaico e accumulo

La società mette in evidenza i molti vantaggi che le batterie allo zinco potrebbero avere. Si potrebbe puntare su una maggiore flessibilità operativa, sfruttando due cicli completi al giorno di carica-scarica. Sarebbe possibile attingere al 100% dell’energia a disposizione sia per i servizi in potenza sia per i servizi in energia che utilizzano scariche più lente.

Inoltre tutto il processo sarebbe soggetto ad una garanzia che potrebbe arrivare a 20 anni, senza subire una diminuzione delle prestazioni. Sicuramente molto vantaggioso, se pensiamo che le batterie al litio vanno soggette ad una degradazione del 3-5% ogni 12 mesi e vanno sostituite in un periodo che va da 7 a 10 anni.

=> Scopri le batterie ad alta densità per le energie rinnovabili

La start-up americana sta tentando di dimostrare come l’uso di una tecnologia innovativa potrebbe portare al raggiungimento di risultati incredibili. Non sarà facile, perché esiste una battaglia commerciale molto accanita per i contratti di lungo termine delle rinnovabili con sistemi di accumulo integrati.

Alcuni mesi fa in Arizona la Tucson Electric Power aveva stabilito un accordo a lungo termine per comprare l’energia prodotta da un parco fotovoltaico messo a punto da NextEra Energy. L’accordo è stato siglato per 20 anni. Il progetto si basa sull’abbinamento a 30 MV/120 MWh di storage energetico.

Secondo alcune fonti il prezzo di acquisto dell’energia dovrebbe avere un valore molto competitivo, perché corrisponderebbe ad una cifra inferiore a 4,5 cent$/kWh. ViZn vorrebbe offrire un sistema ancora più conveniente. L’idea è quella di aggiungere batterie allo zinco-ferro per 30 MW a 100 MW di fotovoltaico. Questo metodo potrebbe arrivare a toccare un prezzo record: 4 cent$/kWh.

21 luglio 2017
Lascia un commento