La capacità globale dei sistemi di accumulo di energia connessi alla rete supererà i 40 GW entro il 2022, secondo un rapporto della società di ricerche IHS pubblicato a fine dicembre. Il report, in particolare, sostiene che tra il 2012 e il 2013 sono stati installati solo circa 340 MW di sistemi di stoccaggio collegati alla rete (GESS). Tuttavia, secondo gli analisti di IHi, il tasso annuo di installazioni crescerà fino a a oltre 6 GW entro il 2017, in parte a causa della necessità di collegare maggiori volumi di fonti energetiche rinnovabili, tra cui solare, alle reti .

IHS, inoltre, prevede che la tecnologia dominante sarà quella basata sulle batterie agli ioni di litio (Li-ion), che rappresenteranno oltre il 60% delle installazioni annuali nel 2017 grazie alla loro versatilità. A lungo termine, invece, dovrebbero emergere sul mercato altre tecnologie, tra cui solfuro di sodio, sodio e cloruro di nichel, batterie di flusso e sistemi di accumulo di energia ad aria compressa, anche se la tecnologia Li-ion può contare sull’indubbio vantaggio di minori costi iniziali.

La distribuzione commerciale di sistemi di accumulo di questo tipo è limitata, al momento, a una manciata di regioni tra cui la Germania, il Giappone, gli Stati Uniti e parti del Sud e Centro America. Ma secondo IHS la diffusione degli incentivi economici e altri fattori guideranno lo sviluppo di questi dispositivi.

Tra il 2012 e il 2017, inoltre, circa il 43% del totale dei megawatt installati sarà situato negli Stati Uniti. A lungo termine, grazie anche alle novità nella normativa di settore, questa crescita determinerà la necessità di una maggiore flessibilità della capacità e di nuove possibilità in termini di accumulo.

17 gennaio 2014
Fonte:
I vostri commenti
Marco, lunedì 20 gennaio 2014 alle7:31 ha scritto: rispondi »

Buona giornata, non servono gli accumuli di energia. Vi porto a conoscenza del (PROGETTO LEO ). 10 persone a bergamo stanno lavorando 'sull'.auto a fusione fredda, tipo e cat....7meccanici e3 ingenieri. Quando chiedono come funziona, rispondiamo,semplice, usiamo i4elementi,terra aria, acqua, fuoco.Un piccolo esempio?...cosa succede quando mettete una aspirina in una bottiglia di coca cola?, a grandi linee potete capire.....grazie a presto, un video nelle prossime settimane.....ciao..

inquinamento relativo, domenica 19 gennaio 2014 alle10:28 ha scritto: rispondi »

riflessione: enrgia verde ok ma....per produrre centinaia di migliaia o milioni di tonnellate di batterie, quanto si inquinerà? Per smaltire poi gi "esausti" quanto si tornerà ad inquinare? Come si dice botte piena e mogli ubriaca sono due cose che non conciliano. Non sarà per certo la soluzione ma forse bisognerebbe solamente "maturare" per ridurre sprechi e consumi del tutto inutili. Perché il PIL deve sempre crescere? Perché incrementare? Perché aumentare.........tutto??? Ma qui il discorso si farebbe ampio.....buona vita a tutti

Lascia un commento