Il colosso energetico E.ON ha siglato una partnership con la Solarwatt per sviluppare un sistema di accumulo destinato al fotovoltaico residenziale. Lo scorso anno l’azienda di Dresda ha lanciato un sistema di stoccaggio ribattezzato MyReserve che ha attirato l’immediato interesse della E.ON.

In una nota la compagnia fa sapere che i primi modelli verranno venduti in Germania tra pochi mesi. Nei prossimi anni la E.ON mira a mettere in commercio un numero sempre maggiore di sistemi di accumulo. Le caratteristiche principali dei dispositivi saranno la facilità d’installazione e la struttura modulare, che permetterà di estendere la capacità in base alle esigenze degli utenti. I sistemi di stoccaggio immagazzineranno l’elettricità generata dall’impianto fotovoltaico domestico, aiutando i consumatori a ridurre ulteriormente la spesa energetica.

Il monitoraggio della produzione di energia pulita e il controllo dei consumi saranno agevolati da un’apposita applicazione. Come ha sottolineato Bernhard Reutersberg, membro del consiglio esecutivo della E.ON, la decisione di sviluppare un sistema di accumulo è stata maturata per rispondere alle richieste provenienti dai clienti:

Un numero sempre crescente di utenti punta a raggiungere l’autosufficienza energetica. Insieme a Solarwatt possiamo offrire una soluzione completa in grado di soddisfare i bisogni delle famiglie.

Il colosso mira a diventare leader nei sistemi di accumulo domestici in Germania. Nei prossimi anni la compagnia svilupperà altre soluzioni intelligenti destinate al mercato residenziale. La Solarwatt si è detta orgogliosa di aver conquistato la fiducia della E.ON:

La nostra partnership con la E.ON rappresenta un importante traguardo per la Solarwatt, una conferma del successo ottenuto dai nostri prodotti innovativi.

Secondo le stime della E.ON nei prossimi anni il mercato dei sistemi di accumulo conoscerà una crescita record in Germania. Tra pochi anni tutti gli impianti fotovoltaici verranno venduti insieme a un sistema di stoccaggio. Senza dimenticare che anche gli 1,5 milioni di impianti fotovoltaici già installati in Germania potrebbero dotarsi di un sistema di accumulo per tagliare i costi.

Grazie ai sistemi di accumulo l’elettricità prodotta dal fotovoltaico durante il giorno potrà essere utilizzata dalle famiglie nelle ore serali e al mattino, quando i prelievi dalla rete sono maggiori e più costosi.

26 febbraio 2016
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Angelo De Noia, venerdì 26 febbraio 2016 alle12:35 ha scritto: rispondi »

Sono interessato ai sistemi di accumulo di tipo domestico.

Lascia un commento