Una notizia preoccupante arriva dalle pagine di Paw Nation e Catster: nel Regno Unito diversi gatti sarebbero stati colpiti da una nuova patologia. Definita ufficiosamente come la sindrome del gatto robotico, si tratta di una sorta di paralisi di coda e arti inferiori che peggiorerebbe con il tempo.

I casi rilevati sarebbero 21 e tutti nella Scozia del Nord, anche se medici e veterinari non avrebbero ancora capito la causa scatenante della malattia. Come possibile appurare da un video esclusivo pubblicato da Sage Pubblications, i gatti affetti irrigidiscono la parte posteriore del loro corpo e le orecchie, smettono di muovere la coda e si spostano esattamente come un robot, con passi ritmati e faticosi.

La patologia non sarebbe fatale per i gatti, ma progredisce inesorabilmente con il tempo fino a costringere i padroni alla soppressione per evitare inutili sofferenze all’amico felino, che a poco a poco perderà la sua autosufficienza. Non è dato sapere se si tratti di un virus, di un batterio o quant’altro, l’unico dato certo sembra essere quello di un attacco esterno al sistema nervoso centrale.

I padroni italiani, tuttavia, non è il caso che si allarmino inutilmente. Vi è un elemento in comune nei 21 gatti malati, ovvero quello di risiedere tutti in zone contigue e rurali del nord della Scozia: si presume, quindi, che la malattia provenga da delle prede contaminate con chissà quale sostanza, dai topi ai piccioni passando ai piccoli roditori. Non si registrano casi, invece, in altre parti del globo.

, Catster

20 aprile 2012
Fonte:
Lascia un commento