È noto come uno dei personaggi più influenti e duri dello showbiz, famoso in tutto il mondo poiché padre di programmi di culto come “X Factor” e “Britain’s Got Talent”. Eppure anche l’inflessibile Simon Cowell non riesce a resistere all’amore dei suoi cani, tanto da ipotizzare di volerli clonare quando sopraggiungerà il momento dell’addio.

Della possibilità di clonare gli animali domestici se n’è discusso a lungo la scorsa primavera, anche grazie a una trasmissione inglese pronta a mettere in palio la costosa procedura. Eppure le criticità irrisolte rimangono molte, soprattutto a livello caratteriale: per quanto un cane possa risultare esteticamente identico al suo gemello, non condividerà ovviamente la stessa personalità. Un fatto che, tuttavia, non sembra spaventare il produttore discografico Simon Cowell.

Il personaggio televisivo, spesso e volentieri accompagnato dai due terrier Squiddly e Diddly, ha infatti spiegato di aver pensato seriamente alla clonazione dei suoi animali domestici. L’occasione è stata un’intervista per il Guardian, dove si è ipotizzato un prosieguo per la sopracitata trasmissione inglese, questa volta però sotto forma di reality. Cowell, pur considerando la procedura un ottimo mezzo per rendere la separazione dagli amici a quattro zampe meno dolorosa, spiega come un simile format potrebbe non cogliere completamente i favori del pubblico.

Non è dato sapere se lo spietato giudice di “X Factor” prima o poi ricorrerà alla clonazione per i suoi due cani, tuttavia pare che la pratica stia diventando sempre più richiesta tra divi e star hollywoodiane, pronte a spendere qualsiasi cifra pur di ottenere una replica fedele del proprio amico a quattro zampe. Il processo di clonazione, al momento permesso solo in alcune nazioni del mondo, ha costi consistenti: la procedura base, comprensiva di estrazione del materiale genetico, fecondazione e impianto dell’ovulo in una fattrice, può richiedere oltre 30.000 dollari. Il tutto, così come già sottolineato, senza la certezza il nuovo esemplare dimostri le stesse caratteristiche comportamentali del cane estinto.

15 ottobre 2014
Fonte:
Lascia un commento