Sigarette elettroniche: scoperta nuova sostanza chimica dannosa

Le sigarette elettroniche vengono spesso utilizzate come metodo per smettere di fumare. Alcuni le considerano come meno dannose rispetto alle sigarette tradizionali, ma vari recenti studi hanno messo in evidenza come ancora non ci siano le prove che le e-cig possano essere considerate del tutto innocue per la salute.

Sulla stessa direzione va l’ultimo studio della Duke University. I ricercatori spiegano che le sigarette elettroniche possono dar luogo alla formazione di un nuovo composto chimico che si chiama acetale di aldeide PG. Di questa sostanza chimica di solito non si fa menzione, eppure secondo gli studiosi potrebbe rischiare di compromettere le vie respiratorie di coloro che fanno uso delle sigarette elettroniche. Sven Jordt, uno degli autori della ricerca, ha dichiarato a questo proposito:

I consumatori non hanno la più pallida idea di ciò a cui si espongono quando svapano. Anche nel caso in cui sulle e-cig siano scritti i presunti ingredienti, questo non appare.

=> Leggi di più sugli aromi nocivi nelle sigarette elettroniche

Generalmente l’acetale di aldeide PG non viene indicato fra gli ingredienti presenti nelle e-cig però non si può trascurare la sua presenza, che si manifesta durante la vaporizzazione. Il professor Jordt ha spiegato:

La nuova sostanza chimica identificata va ad irritare le terminazioni nervose della gola, crea infiammazione cronica e ciò può portare ad asma ed enfisema.

=> Leggi le novità sulle sigarette elettroniche contenute nel Milleproroghe

Permangono quindi molti dubbi sulla sicurezza delle sigarette elettroniche. Le varie ricerche che vengono proposte anche a livello internazionale ci fanno rendere sempre più conto di quanto le e-cig potrebbero non rappresentare dei prodotti sicuri per la salute dei consumatori.

È vero che non innescano un processo di combustione, ma anche le loro modalità di funzionamento, come ha confermato quest’ultimo studio, potrebbero portare a sprigionare delle sostanze chimiche non del tutto innocue. L’acetale di aldeide PG potrebbe formarsi dalle sostanze che si usano per dare alle sigarette elettroniche gusti differenti.

22 ottobre 2018
Lascia un commento