Sigarette elettroniche minaccia per la salute. Questa la definizione utilizzata dal California Department of Public Health, negli USA, in merito alle e-cig. Stando a quanto affermato dal dipartimento per la salute californiano gli apparecchi per lo “svapo” dovranno essere a tutti gli effetti equiparati agli altri prodotti a base di tabacco.

Dalle sigarette elettroniche verrebbero prodotte sostanze cancerogene, sostiene il rapporto presentato dal California Department of Public Health, seppure ulteriori studi si renderanno necessari per valutarne con maggiore precisione gli effetti a lungo termine. Secondo quanto ha riferito Ron Chapman, California Health Officer:

Le sigarette elettroniche non sono dannose come le sigarette normali, ma le sigarette elettroniche non sono innocue.

La nicotina presente in molte delle ricariche disponibili alimenterebbe inoltre la dipendenza dei soggetti. A questo si aggiungerebbe anche la sempre maggiore diffusione delle sigarette elettroniche tra i più giovani, con il rapporto che stima al 17% la quota dei frequentatori degli istituti superiori che scelgono lo svapo. Come si legge nel rapporto:

Senza intraprendere alcuna azione è verosimile che i progressi ottenuti dalla California in più di vent’anni nella prevenzione e nella riduzione dell’uso del tabacco venga eroso dalla ri-normalizzazione del fumo operata dalle sigarette elettroniche.

Accuse prontamente respinte al mittente da Gregory Conley, presidente della American Vaping Association, che lamenta imprecisioni e scarsa obiettività negli studi presentati dal California Department of Public Health:

Malgrado i falsi allarmismi diffusi dal Dipartimento della Salute c’è un’ampia evidenza che lo svapo aiuti i fumatori a smettere e che sia molto meno azzardato rispetto al fumo tradizionale. I fumatori meritano informazioni veritiere e accurate circa i rischi dei differenti prodotti a base di nicotina, non montature e congetture basata su rapporti fuorvianti e faziosi.

29 gennaio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento