Sigarette elettroniche: aumentano il rischio di tumori orali

Le sigarette elettroniche sono ormai molto diffuse e utilizzate. Secondo alcuni potrebbero essere un rimedio adeguato per abbandonare le sigarette tradizionali. Tuttavia non è detto che le sigarette elettroniche siano innocue e non abbiano risvolti negativi in termini di salute.

Gli scienziati dell’Università della California hanno dimostrato che fumare sigarette elettroniche può significare aumentare il rischio di tumori orali. Secondo gli esperti le sigarette elettroniche non sarebbero molto più sicure di quelle a base di nicotina per quanto riguarda il rischio di sviluppare un tumore alla gola o alla bocca.

=> Leggi perché le sigarette elettroniche non aiutano a smettere di fumare

Nonostante le e-cig siano molto diffuse, ancora mancherebbero secondo gli studiosi delle ricerche complete sull’argomento. Ecco perché i ricercatori pensano che bisognerebbe portare avanti una linea di cauto ottimismo nei confronti dell’uso di questi dispositivi elettronici dedicati al fumo.

Le sigarette tradizionali contengono circa 7 mila sostanze chimiche. Quando qualcuno le fuma inala composti vari, come catrame, formaldeide e monossido di carbonio. Il liquido che sta alla base del funzionamento delle sigarette elettroniche di certo contiene meno sostanze pericolose. Eppure gli esperti ritengono che, anche se siamo sicuri sull’insorgenza di un minor numero di danni, tutto ciò non significa che le e-cig siano una garanzia di sicurezza per la salute.

Il rapporto tra e-cig e tumori, tra i quali quello al polmone, alla gola e alla bocca, è ancora oggetto di studio e di scoperta. Ecco perché gli studiosi della California si sono concentrati su alcuni agenti cancerogeni chiamati TSNA.

Quando hanno misurato la presenza di queste sostanze nell’urina di circa 49 mila partecipanti allo studio, sia persone che fumavano le sigarette tradizionali che soggetti che usavano le sigarette elettroniche, hanno scoperto che tra le due categorie di fumatori non c’erano molte differenze.

=> Scoprì perché le sigarette elettroniche possono aumentare il rischio polmonite

Addirittura i ricercatori hanno potuto constatare come i marcatori di TSNA erano più alti in coloro che utilizzavano le e-cig. L’International and American Association for Dental Research, esaminando i dati desumibili dallo studio, ha dichiarato:

L’analisi dimostra che la maggior parte di coloro che utilizzano le sigarette elettroniche è esposta a livelli cancerogeni paragonabili o superiori all’esposizione che si riscontra tipicamente tra i fumatori di sigarette a base di tabacco. Sono dei livelli che potrebbero mettere a rischio coloro che le utilizzano.

31 luglio 2018
I vostri commenti
Svapo.it, martedì 31 luglio 2018 alle16:20 ha scritto: rispondi »

Ma piantatela con questa disinformazione

Lascia un commento