Fumare sigarette al mentolo può risultare più dannoso per i polmoni rispetto alle normali bionde. A sostenerlo uno studio condotto dai ricercatori della Morehouse School of Medicine di Atlanta, negli USA, secondo il quale coloro che fumano prodotti così aromatizzati presenterebbero in media patologie polmonari più gravi rispetto agli altri.

Lo studio è stato condotto su 3.758 fumatori di sigarette al mentolo e su 1.941 consumatori di normali bionde, tutti di età compresa tra i 45 e gli 80 anni e con un consumo minimo di 10 pacchetti all’anno.

Stando ai risultati dello studio chi fuma sigarette al mentolo affronterebbe con maggiore frequenza un ricovero ospedaliero o una visita di pronto soccorso rispetto agli altri, oltre a mostrare condizioni generalmente peggiori e condizioni più serie. Come ha spiegato l’autrice principale dello studio, la Dr.ssa Marilyn Foreman della Morehouse School of Medicine di Atlanta:

Siamo stati sorpresi che i fumatori di sigarette al mentolo hanno riportato, comparati con i fumatori di sigarette non aromatizzate, esacerbazioni più gravi e maggiori possibilità di manifestare esacerbazioni di maggiore entità.

Tra le esacerbazioni vengono citate ad esempio difficoltà respiratorie e un maggiore incremento a manifestare comportamenti flemmatici per una durata anche di giorni. Problemi che possono inoltre risultare aggravati e soprattutto ignorati a causa del effetto anestetico che verrebbe prodotto, spiegano i ricercatori, sulle vie aeree dei fumatori di sigarette al mentolo.

6 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento