Il Web incorona con frequenza tanti piccoli protagonisti del passaparola virale, solitamente animali e il più delle volte gatti. Il primo a diventare una piccola star fu il gatto Maru, che catturò milioni di estimatori su Youtube. E dopo di lui ogni proprietario di cane, gatto, scoiattolo, cincillà, bradipo e criceto, si scatenò riprendendo il proprio amico in tutti i modi possibili.

Uno scorrere forsennato di video, foto e pagine Facebook da condividere con costanza certosina. Ma è il particolarità che fa la differenza e crea l’unicità, quindi un’espressione buffa, una posa divertente, un atteggiamento inconsueto generano il nuovo fenomeno virale. Con l’arrivo di Instagram le foto di animali, e non, hanno assunto un nuovo fascino spesso al limite del retrò e del vintage. Ne sa qualcosa Shishi Maru, tenero gatto e principe incontrastato della rete perchè diventato celebre grazie all’spressione seria e irremovibile.

Il piccolo gatto prende il posto di Tard, il micio dall’espressione sempre imbronciata ma per questo molto amato. Shishi Maru è uno Scottish Fold, una varietà di gatto originaria della Scozia, nelle foto appare seduto in modo buffo mentre è intento a giocare.

Le sue sono espressioni molto serie e compite, che sostituisce con qualche smorfia ammiccante e tenebrosa. Il bel gattone non pare intimorito dalla macchina, ma piuttosto sembra redarguire il suo proprietario. Occhio penetrante, sguardo fiero e severo, Shishi Maru conta ben 10.000 seguaci in crescita continua.

30 ottobre 2012
Lascia un commento