Si svolgerà dal 30 giugno al 3 luglio 2016 la trentunesima edizione della Shell Eco-marathon europea. Dopo le tappe di Manila (nelle Filippine) per l’edizione asiatica e quella di Detroit (Michigan, USA) per quella americana, la gara approda in Europa. Coinvolgerà come ogni anno circa 200 veicoli progettati da studenti delle scuole superiori e dell’università, in una gara in cui vincitore sarà la squadra che farà percorrere al proprio veicolo più chilometri con un litro di carburante o un kWh di energia.

Ci saranno vincitori per le diverse categorie: una prima divisione è tra “Prototipi“, per i quali si cerca di raggiungere la massima efficienza energetica, magari a scapito della comodità, ma a tutto vantaggio del design e dell’innovazione; e “Urban Concept“, i modelli più tradizionali in cui il comfort ha una maggiore importanza.

Ulteriore divisione viene fatta tra veicoli che si alimentano con fonti fossili (benzina, diesel, combustibile liquido a base di gas naturale ed etanolo) e altri per i quali si è scelto l’alimentazione elettrica (celle a combustibile a idrogeno e batterie al litio).

Quest’anno sono 2.000 gli studenti che provengono da 28 Paesi europei, 8 team saranno italiani e arriveranno precisamente dalle Regioni Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Sicilia. In tutto per il nostro Paese ci saranno 4 veicoli per la categoria “Prototipi” e 4 per quella “Urban Concept”.

Dopo vari giri attorno al Queen Elizabeth Olympic Park di Londra si deciderà quali saranno le macchine meritevoli di salire sul podio. Tutti sono ansiosi di sapere se si riuscirà a superare l’attuale record di 3.771 km percorsi con un litro di carburante.

Valeria Contino, responsabile relazioni esterne per Shell Italia O.P., spiega come il progetto abbia una forte valenza educativa e di stimolo alla ricerca verso scelte di sempre maggiore efficienza energetica e sostenibilità:

La Shell Eco-marathon rappresenta una parte importante della risposta di Shell alle moderne sfide in materia di mobilità sostenibile.

L’iniziativa è stata ben accolta anche quest’anno dai team italiani già all’opera per mettere in campo creatività e competenze tecniche per realizzare innovativi veicoli ad alta efficienza energetica.

Negli stessi giorni in cui si svolgerà la gara ci sarà in parallelo anche il festival “Make the Future“, durante il quale verranno proposte idee innovative e brillanti, nate con lo scopo di offrire, con la ricerca, un futuro energetico diverso da quello attuale, in cui il rispetto per l’ambiente abbia un ruolo di primordine.

17 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento