Dopo il debutto a Milano in giugno, ora Share’NGo, il servizio di car sharing elettrico a prelevamento libero e a prezzo personalizzato, arriva anche a Firenze. Da oggi anche in questa città sarà possibile fare uso delle automobili elettriche ad alte prestazioni, comfort e facilità di guida che il servizio ha messo a disposizione. A presto il progetto prenderà il via anche a Modena, Pisa e Roma e dal 2016 in altre capitali europee.

Share’NGo è una piattaforma nazionale, un progetto che ha richiesto 8 anni di sviluppo per arrivare sul mercato. Il suo compito è quello di realizzare una mobilità elettrica e sostenibile che viene gestita da CS GROUP. Si caratterizza, oltre che per la possibilità che dà ai cittadini di scegliere un tipo di mobilità meno impattante per l’ambiente, per il carattere sociale dell’offerta: il prezzo è profilato a seconda dell’utilizzatore.

Mamme, pendolari, studenti fuori sede, studenti che vivono nelle periferie delle città, sono le categorie che vengono più premiate da Share’NGo, che vi dedica sconti e servizi particolari. Vengono concessi inoltre premi di merito a chi per esempio fa un lavoro di pubblica utilità, ai nonni che aiutano la famiglia accompagnando i nipoti, a chi appartiene ad un gruppo d’acquisto o a chi usa altri servizi in sharing. Si può raggiungere fino ad un 50% di sconto e per esempio le donne dall’una di notte alle sei del mattino possono usufruire del servizio gratuitamente.

Per accedervi bisogna registrarsi sui siti www.equomobili.it o www.sharengo.it, nei quali c’è la possibilità di calcolare anche la propria tariffa personale. Dal 15 ottobre le auto messe a disposizione sono 100. Raddoppieranno entro fine anno.

Questo nuovo sistema di mobilità ha preso il via a Firenze grazie al bando del Comune nel quadro del progetto europeo Ele.C.Tra (Electric City Transport). Lo scopo è quello che di incentivare una mobilità alternativa che porti a ridurre l’uso dell’auto privata, con benefici per l’ambiente e per lo stile di vita dei cittadini.

Emiliano Niccolai, amministratore delegato di CS Group, spiega come questa offerta può rivoluzionare l’organizzazione della mobilità cittadina:

La nostra non è solo nuova offerta di car sharing, ma il primo mattone per rivoluzionare il sistema europeo di mobilità e di navigazione urbana creando un’offerta sia in sharing che a noleggio o in proprietà finalmente sostenibile e a impatto zero, low cost e accessibile a tutti, che rende superfluo, inefficiente, più costoso e anche meno divertente, per larghe fasce della popolazione urbana, il possesso e l’uso di un’auto personale.

15 ottobre 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento