Settimana del Pianeta Terra 2018: le iniziative dal 14 al 21 ottobre

Torna dal 14 al 21 ottobre 2018 la Settimana del Pianeta Terra. La manifestazione punterà i riflettori per sette giorni sul patrimonio naturale e geologico d’Italia, con iniziative che coinvolgeranno varie località lungo la Penisola. Il Festival delle Geoscienze si occuperà si divulgazione scientifica con l’obiettivo di far conoscere “la cultura del rispetto dell’ambiente e della cura del territorio” e di spiegare il ruolo di primaria importanza che le geoscienza ricoprono nella prevenzione dei rischi naturali e per quanto riguarda la tutela ambientale.

La Settimana del Pianeta Terra 2018 è realizzata con il patrocinio dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e del Consiglio Nazionale dei Geologi. Questa edizione ricorre nell’Anno europeo del patrimonio culturale ed è dedicata alla visione di natura e paesaggio come parti del patrimonio culturale. Torna nella veste di testimonial Cesare Bocci, volto noto della TV per il ruolo di “Mimì” nella serie Montalbano, che interverrà in qualità di geologo.

=> Guarda le foto degli stand al Salone del Gusto 2018 – Terra Madre

Tra le attività previste in occasione della Settimana del Pianeta Terra 2018 escursioni in grotta e in montagna, ma anche visite guidate nei luoghi più spettacolari o meno conosciuti, ma anche laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi. In programma anche incontri nei musei, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde sulla prevenzione dei terremoti, oltre a momenti più “conviviali” con degustazioni di prodotti tipici e passeggiate nei centri storici. Senza però dimenticare di svelare i segreti del patrimonio geologico italiano. Come ha dichiarato Silvio Seno, professore ordinario di Geologia strutturale presso l’Università di Pavia e co-responsabile della Settimana del Pianeta Terra:

Siamo orgogliosi che la Settimana del Pianeta Terra sia diventato il principale appuntamento delle Geoscienze in Italia. Con questo progetto, che lo scorso anno ha visto oltre 80.000 partecipanti, vogliamo far conoscere le possibilità che la scienza ci offre per migliorare qualità della vita, investendo su ambiente, energia, clima, alimentazione, salute, sicurezza, risorse e riduzione dei rischi naturali.

=> Leggi di più sulla terra vulcanica di Laki nella Goccia del Green Drop Award 2018

Durante la Settimana del Pianeta Terra sarà possibile calarsi nelle miniere di Brusson (AO) con le lampade dei minatori per “rivivere l’antica caccia alle pietre preziose”, così come cercare resti fossili dei grandi mammiferi (oggi scomparsi) nelle grotte del Parco Nazionale della Maiella in Abruzzo. Tra le attività previste anche la salita fino alla cima dell’Etna grazie alla realtà virtuale per arrivare laddove non si può camminare. Come ha sottolineato Rodolfo Coccioni, professore ordinario di Paleontologia all’Università di Urbino e co-responsabile della Settimana del Pianeta Terra:

La Settimana del Pianeta Terra, attraverso il coinvolgimento diretto di associazioni geo-naturalistiche, permette di promuovere un turismo culturale che diffonda il rispetto per l’ambiente, la cura per il territorio e la consapevolezza dei rischi cui siamo esposti. Il nostro obiettivo è quello di far conoscere, in maniera divertente e originale, il patrimonio geologico e naturale del Paese, ma anche di avvicinare giovani e adulti ad un mestiere importante come quello del Geologo.

8 ottobre 2018
Lascia un commento