Settimana bianca: le proposte green dell’Alto Adige

La settimana bianca rischia di colorarsi di grigio quando ci si sposta in auto. Lo stress da traffico e da parcheggio si sommano a qualche pezzo di strada ghiacciato e alla stanchezza muscolare accumulata in una giornata sulle piste. Per rendere più confortevole la vacanza sulla neve alcuni alberghi si sono dotati di un proprio pulmino con cui accompagnano gli ospiti sulle piste e in molte località sciistiche sono in servizio le navette, ribattezzate skibus per l’occasione. Con gli skibus si possono fare anche traversate sulla neve e tornare a casa da un punto diverso dalla partenza.

Il 98% degli impianti di risalita e discesa dell’Alto Adige utilizzano energia idroelettrica e altre fonti rinnovabili come quella prodotta dalla combustione di biomasse locali o da impianti fotovoltaici. Ad esempio gli hotel e gli impianti di risalita di Obereggen nel comprensorio Val d’Ega sono allacciati ad un moderno impianto di teleriscaldamento con cippato di legno.

Oltre a produrre l’energia in modo sostenibile, si cerca anche di usarne meno. La richiesta di energia per gli impianti di risalita è stata ridotta del 20% cambiando i rulli in linea. I nuovi sono fatti di una gomma che dissipa meno energia in attriti.

La vacanza potrebbe anche essere una buona occasione per sperimentare in prima persona come si vive in un edificio certificato CasaClima. L’agenzia altoatesina specializzata nella certificazione energetica degli edifici ha recentemente annunciato che anche gli alberghi potranno esibire le targhette di classe energetica. Interessanti anche i Biohotels collegati ad aziende agricole biologiche.

30 novembre 2012
Lascia un commento