Sesso: rimedio utile per avere una memoria migliore

Il sesso è capace di stimolare la memoria favorendo la crescita dei neuroni in una specifica regione del cervello, l’ippocampo. Il nuovo studio dell’Università di Wollongong in Australia mette in evidenza i benefici dei rapporti intimi nel miglioramento delle nostre capacità di ricordare e memorizzare le informazioni.

La ricerca si è basata su lavori precedenti sperimentali realizzati sugli animali. Lo studio precedente sosteneva che il sesso riesce a migliorare la capacità dei roditori di riconoscere gli oggetti e di conseguenza i meccanismi della memoria e la salute generale del cervello. Adesso i ricercatori hanno voluto esplorare questa specifica correlazione anche negli esseri umani.

=> Scopri 8 motivi per cui il sesso fa bene alla salute

Gli studiosi hanno analizzato numerosi dati relativi a più di 6 mila persone adulte, dai 50 anni in su. Sono state analizzate le informazioni relative alle abitudini di sonno e alla dieta. È stato visto che le coppie sessualmente attive ottenevano migliori risultati nei test della memoria nella mezza età.

I volontari sono stati sottoposti a un questionario ed è stato registrato quanto queste persone si impegnavano in baci, in contatti intimi e nel sesso. Allo stesso tempo sono stati messi a punto diversi test di memoria. I risultati sono stati evidenti: chi si dedicava al sesso più frequentemente e aveva una relazione emotiva più forte con il partner riusciva anche a ricordare meglio gli eventi recenti.

=> Leggi quando è possibile fare sesso durante la gravidanza

È stato visto però che si tratta di un effetto temporaneo, che finisce con il tempo. In età avanzata non si è registrata più alcuna correlazione tra il sesso e la memoria. Secondo i ricercatori l’attività intima potrebbe stimolare la crescita dei neuroni dell’ippocampo, una zona del cervello che viene attivata nel momento in cui vengono effettuate delle azioni di memoria spaziale ed episodica.

È significativo notare che la correlazione tra i due elementi non permane con l’avanzare dell’età. È stato riscontrato un vero e proprio declino nel punteggio di tutti i partecipanti nel tempo, indipendentemente dalla loro attività sessuale.

18 maggio 2018
I vostri commenti
giuliano, venerdì 18 maggio 2018 alle12:17 ha scritto: rispondi »

io ho76, saò un caso particolare ma ho una memoria di ferro e una attività sessuale come quando avevo 30 anni

Lascia un commento