Un serpente di tre metri ingoia un gatto domestico, perdendo la vita poco dopo. Succede in Australia, nel Queensland, dove un pitone si sarebbe intrufolato in un giardino, uccidendo il gatto di una famiglia.

Il tutto è accaduto la scorsa domenica e le fotografie, data anche la singolarità dell’avvenimento, si sono rapidamente moltiplicate sui social network. A scoprire l’accaduto Francis Bakvis, il proprietario del deceduto gatto, il quale ha rinvenuto la scioccante scena recandosi in giardino, attirato da strani odori.

Sembra che il felino Tiger, di ben 16 anni, mancasse da casa da tre giorni. Dopo aver notato un odore insolito provenire dal giardino dell’abitazione, situata a Clifton Beach, il proprietario ha trovato un pitone di 3.5 metri senza vita, rigonfio dalla preda conservata al suo interno. Successive verifiche pare abbiano confermato come il serpente avesse proprio ingoiato lo smarrito micio. Così avrebbe dichiarato l’uomo, come riporta il Daily Mail:

Ho rimosso il serpente deceduto dal giardino, un pezzo della sua pelle si stava già decomponendo. Lo potevo vedere, era il mio gatto.

Comprensibilmente turbato dall’accaduto, anche per l’affetto che lo legava da quasi due decenni al gatto, l’uomo ha spiegato di non aver mai visto un pitone in 15 anni di residenza in quella zona. Secondo le prime ipotesi, il gatto sarebbe stato attaccato all’aperto, poiché amante del sole e del riposo in veranda. Il serpente deve aver quindi incontrato dei problemi nell’ingoiare l’animale, forse troppo grande, tanto da causarne il collasso. Secondo gli esperti di rettili locali, tuttavia, non sarebbe insolito per questa varietà di pitoni prendere topi, gatti e piccoli esemplari di cane come loro prede.

Non è la prima volta, infatti, che un simile incidente accade. Qualche tempo fa balzò sugli onori di cronaca la scomparsa, sempre in Australia, di un esemplare di Chihuahua. Momentaneamente legato con un guinzaglio all’aperto, il cane è stato ucciso da un affamato pitone

8 aprile 2015
Fonte:
Lascia un commento