Serial killer uccide decine di gatti negli USA

Ansia e preoccupazione per gli abitanti di una cittadina statunitense, dove da qualche tempo si aggira un vero e proprio serial killer di gatti. Il tutto avviene nella contea di Thurston, nello stato di Washington, dove sono state rinvenute decine di gatti mutilati e senza vita. Le violenze sui felini sono cominciate lo scorso febbraio e, sebbene la polizia stia indagando senza sosta, il responsabile non è ancora stato identificato.

I contorni della vicenda risultano agghiaccianti: pochi giorni fa è stato rinvenuto il tredicesimo gatto senza vita e, su tutti gli esemplari ritrovati sino a oggi, pare gli inquirenti abbiano trovato delle “incisioni” e delle “mutilazioni di tipo chirurgico”. A specificarlo è la versione a stelle e strisce dell’Huffington Post, che sottolinea come i corpi degli animali siano stati adagiati in posizioni apparentemente studiate.

=> Scopri il gatto ucciso per una condivisione Instagram


Paul DeTray, una delle persone che ha rivenuto l’ultimo felino senza vita, ha commentato così la vicenda all’emittente KOMO News:

Questa persona è malata, insensibile, un disgustoso psicopatico. È straziante vedere l’amato animale domestico di qualcuno dilaniato in quel modo.

Al momento, così come già accennato, la polizia non ha sufficienti elementi che possano identificare un colpevole, ma una svolta potrebbe giungere da un recente ritrovamento. Dall’analisi del corpo di Ollie, un felino purtroppo strangolato, è emerso come l’animale abbia cercato di difendersi. Si stanno quindi analizzando i resti dell’animale, per verificare se esistano tracce di DNA del serial killer sotto le unghie del gatto o su altri parti del corpo.

=> Scopri come riconoscere i segnali di maltrattamento in cani e gatti


Nel mentre, alcune organizzazioni per la tutela degli animali hanno proposto una taglia per l’identificazione del colpevole, mentre le autorità hanno invitato la popolazione a mantenere i gatti chiusi in casa, senza permettere loro di raggiungere il giardino oppure di muoversi autonomamente nella città. Così come specificano le testate a stelle e strisce, la comunità locale è molto scossa per l’accaduto e si teme il serial killer possa agire di nuovo, anche cambiando target e tipologia di animale domestico.

31 agosto 2018
Immagini:
Lascia un commento