Una storia toccante quella di Kamala Lochan Baliarsingh, un senzatetto da 30 anni ospite delle strade dell’India. L’uomo da tempo ha interrotto i rapporti con figli e parenti per motivi del tutto personali, da quel giorno ha scelto di vivere per la strada. L’India è un paese meraviglioso ma anche difficile, la povertà è tangibile e chi vive in miseria soffre quotidianamente la fame e la sete. Di lui si è interessata la Incendiary Films, che nel 2014 ha realizzato un documentario sulla sua vita, sulla sua esistenza a diretto contatto con la strada. Ma anche il suo grande altruismo nei confronti dei cani randagi. Il mini film, intitolato “Man of God (Uomo di Dio)” mette in evidenza la gentilezza di questo uomo che, da solo, si occupa di nutrire 7 cani senza fissa dimora.

Spesso rinunciando in prima persona a cibarsi pur di sfamare queste povere anime che, ogni sera a mezzanotte, lo aspettano al solito posto per mettere qualcosa nello stomaco. Una povertà senza pari, come mostra il docufilm, per un uomo di ormai 60 anni che sopravvive raccogliendo bottiglie di plastica presso la stazione ferroviaria di Bhubaneswar. Kamala Lochan Baliarsingh ha lasciato il lavoro 30 anni fa, ora vive in un piccolo foro nel muro della stazione e quando piove si sdraia sulla griglia che ripara l’entrata del suo scomodo giaciglio. Spesso cerca cibo tra gli avanzi dei viaggiatori, ma il più delle volte lo conserva per i suoi amati cani.

Loro lo attendono sempre fiduciosi perché l’uomo, puntualmente, si presenta con qualcosa da donargli. Spesso rinunciando a sostentarsi pur di garantire un po’ di felicità a questi 7 cani che lo amano con tutto il loro affetto. Kamala Lochan Baliarsingh non dipende da nessuno, non chiede la carità, vive in indigenza e sopravvive solo grazie alla raccolta delle bottiglie. Ma come sostiene lui stesso:

Solo una persona affamata può comprendere i morsi della fame. La gentilezza è un gesto sereno se non ci si aspetta nulla in cambio e il cuore non vede differenza tra un uomo e un cane.

3 settembre 2015
Fonte:
Lascia un commento