Il 2014 è stato l’anno dei supercibi orientati al benessere personale e all’alimentazione corretta. A dimostrarlo sono gli ultimi report di Google sulle ricerche effettuate dagli utenti di tutto il mondo nel corso del 2014. Secondo quanto emerso infatti, nel settore alimentazione e benessere, i semi sono più cercati rispetto agli ortaggi in foglie. Segno evidente che gli utenti sono sempre più incuriositi dai nuovi prodotti e dai rimedi naturali presenti sul mercato, e di conseguenza cambiano anche abitudini e consumi orientati al benessere e alle cure naturali. Se lo scorso anno, tra i cibi più digitati c’erano cavolo nero e quinoa, oggi vincono le bacche di goji e i semi di chia, ormai definiti come supercibi in grado di fornire sostanze benefiche per l’organismo umano, capaci di migliorare le prestazioni fisiche, rinforzare le difese immunitarie e mantenere il corpo in salute.

Ma di cosa si tratta esattamente?
Le bacche di Goji, provenienti dall’Asia, sono simili ai mirtilli ma appartengono ad una pianta della stessa famiglia dei pomodori, delle patate, delle melanzane e dei peperoni. E sono ormai famose per la loro concentrazione di antiossidanti, che aiutano a combattere le malattie, l’invecchiamento e a rafforzare le difese immunitarie. Solo in Italia le bacche di goji vengono cercate mediamente 135.000 volte al mese, con un picco evidente nel periodo che va da marzo a giugno. Volumi così consistenti che hanno decretato le bacche di goji come “alimento dell’anno 2014″ a livello mondiale.

Un altro supercibo che ha evidenziato un numero decisamente considerevole di ricerche nel corso del 2014 sono i semi di chia, che derivano dalla Salvia hispanica originaria del Messico e del Guatemala, una pianta molto simile a quella della menta e della melissa. I semi di chia sono particolarmente ricchi di fibre e Omega3, in grado quindi di migliorare la concentrazione, il funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio e dell’organismo in generale. Nel nostro Paese, i semi di chia registrano una media di 22.200 ricerche mensili, con un picco – anche in questo caso – nei mesi primaverili. Il motivo? Probabilmente perché si tratta dei mesi in cui si inizia a pensare alla dieta e ad una corretta alimentazione in vista della prova costume.

29 dicembre 2014
Immagini:
I vostri commenti
Cinzia , martedì 30 dicembre 2014 alle17:33 ha scritto: rispondi »

Ho provato le bacche di goji ma non ho avuto l'effetto che speravo, invece di proteggere dai fastidio dell'eritema, mi e venuto in doppia forma

Lascia un commento