Selfie con il cane: in Europa preferiti a quelli con le persone

I cani sono ormai considerati membri delle famiglie a tutti gli effetti. Amici fedeli, pronti sia a momenti di divertimento che di conforto, non stupisce che i quadrupedi scodinzolanti siano entrati di diritto nelle attività quotidiane, anche le più tecnologiche. È quanto rivela un sondaggio, commissionato da Huawei, che svela come non solo i cittadini europei siano sempre più interessati al benessere degli animali domestici, ma anche come i cani siano i protagonisti assoluti dei selfie. Gli amici a quattro zampe, infatti, vengono preferiti negli autoscatti sui social rispetto alla compagnia di alte persone.

In tutto il Vecchio Continente, il 54% dei proprietari di cani pubblica sui social network fotografie varie dedicate all’amico cane. Fra i vari Paesi dell’Europa, l’Italia è al primo posto: il 62% degli amanti dei quadrupedi, infatti, ha rivelato come Fido sia il soggetto preferito per le riprese con lo smartphone.

=> Scopri la polemica sui selfie con gli orsi


Lo studio, condotto su 9.500 appassionati in occasione del lancio del Mate 10 Pro, lo smartphone in grado di identificare i volti dei cani grazie all’intelligenza artificiale, svela come lo Stivale sia la nazione più tecnologicamente pet-friendly. L’utente medio condivide circa 312 immagini l’anno dedicate al compagno cane, con Genova in pole position con 7.8 foto alla settimana, seguita da Roma con 6.93 e Palermo con 5.8. Ancora, il 48.9% dei proprietari di quadrupedi si dice pronto all’apertura di un profilo social dedicato all’animale, contro il 33% della media europea.

=> Scopri le polemiche sui selfie con i gatti neri


Così come già accennato, i cani vengono preferiti agli amici e ai conoscenti per gli scatti social, con una prevalenza di questa scelta in Friuli Venezia Giulia, al 70%. Le piattaforme preferite, nel mentre, sono Facebook, WhatsApp e Instagram. La fase di scatto, infine, non è casuale: ogni immagine richiede un’adeguata preparazione. Il 44.5% degli intervistati spazzola il cane prima di fotografarlo, il 44% controlla la posa, il 34% cura infine lo sfondo.

16 febbraio 2018
Fonte:
Lascia un commento