Scuola e ambiente: i consigli PEFC per quaderni, agende e matite

Prendersi cura dell’ambiente è importante, anche a scuola. Non soltanto sensibilizzando i più giovani verso le tematiche Green, ma anche attraverso l’utilizzo di prodotti che rispettino le risorse naturali. Ecco quindi che matite, quaderni, diari, agende e carta per stampanti rappresentano delle ottime occasioni per contribuire alla salvaguardia del patrimonio forestale.

Quello dell’impiego di prodotti realizzati con l’utilizzo di materie prime sostenibili è un tema particolarmente caro al PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes, anche noto come Programma di Valutazione degli schemi di certificazione forestale). Secondo quanto sottolineato da Antonio Brunori, segretario generale PEFC Italia:

Tra agende, quaderni, matite e carta per le stampanti possiamo dire che ogni giorno le foreste ci fanno compagnia in classe. È dunque necessario che nella scelta del materiale scolastico si tenga conto anche dell’impatto sul nostro patrimonio forestale.

=> Leggi di più sulla partecipazione di PEFC Italia a M’Illumino di Meno

PEFC Italia ha individuato 6 oggetti solitamente presenti nelle cartelle degli studenti italiani (matite, pastelli, fogli di carta, quaderni, diario/agenda e post-it) e per la cui realizzazione si raccomanda l’impiego di materie prime provenienti da foreste gestite in maniera sostenibile. Nello specifico vengono citati tra gli esempi per la scuola le agende ecologiche “Quo Vadis”, realizzate in carta 100% PEFC riciclata e il 100% di inchiostri di origine vegetale (prive di ftalati e composte per oltre l’80% da materiali riciclati).

Tra le segnalazioni di PEFC Italia per la scuola anche i pastelli Giotto Natura, realizzati con cedro della California proveniente da foreste gestite nel rispetto dello standard SFI (riconosciuto PEFC). Amiche dell’ambiente anche le matite Staedtler in Wopex, materiale composto da grafite o pigmenti coloranti per la mina, WPC (wood-plastic-composite) e decorazione nei diversi colori della superficie della matita. Il processo di produzione prevede che tutti i componenti siano trattati sotto forma di granuli, la punta della mina è particolarmente resistente alla rottura e “anti-scheggiatura”, mentre il legno utilizzato per la preparazione del WOPEX proviene da foreste certificate PEFC situate in Germania.

Per quanto riguarda carta e ricambi cartacei PEFC Italia cita le risme di carta Burgopapers, realizzate con carta certificata Ecolabel e PEFC, e prodotta con il 100% di cellulosa ECF; i fogli sono sbiancati senza cloro elementare. Tra i ricambi per i quaderni viene indicata Pigna, mentre per gli appunti veloci i Post-it Z-Notes (realizzati con il 100% di fibre di cellulosa certificata PEFC). Come ha concluso Brunori:

In generale, per riconoscere i prodotti per la scuola certificati PEFC bisogna verificare la presenza dell’etichetta con il logo PEFC che attesta la sostenibilità dell’origine dei prodotti in legno e suoi derivati.

29 agosto 2018
Lascia un commento