Il gatto di razza Scottish Fold è un esemplare molto diffuso e amato, per la particolarità del suo aspetto e per il suo buon carattere. Ciò che lo caratterizza è anche ciò che da il nome alla sua razza: “to fold” in inglese significa “piegare” e rimanda alla posa delle sue orecchie. Il felino può vantare due padiglioni auricolari molto piccoli e contenuti, proprio perché ripiegati verso il basso. La posa gli fa assumere un’espressione particolare, dolce e affettuosa, che si sposa perfettamente con la realtà dei fatti. Il gatto è molto amichevole, socievole e amante del gioco. Adattissimo a ogni tipologia di famiglia, si integra perfettamente nei nuclei che comprendono bambini, dato l’animo allegro e imperturbabile.

L’esemplare predilige la caccia e possiede un’attrattiva particolare per gli oggetti piccoli, che cattura e fa suoi fino a nasconderli. Ama la vita d’appartamento, con qualche escursione in giardino, ma non digerisce la solitudine perché molto legato al proprietario. La sua è una fedeltà assoluta che lo spinge a seguire l’umano per casa, senza pressione o stress, fino a guadagnare posto sulla poltrona o nel letto dell’abitazione. Fisicamente è molto forte e dalla corporatura stabile, con testa tonda e occhi ben spalancati.

=> Scopri il gatto Sishi-Maru


L’origine del gatto ha radici in Scozia, a opera del pastore William Ross e di sua moglie Mary, che nel 1961 diedero vita alla razza. Affascinati dall’aspetto fisico del miciodei vicini, di nome Susie, adottarono uno dei suoi piccoli e lo incrociarono con un esemplare di British Shorthair. Nacque così Snowball, un quadrupede dalle orecchie piegate: il primo della sua stirpe, che venne regolarmente registrata nel 1966. A causa di alcune anomalie a coda e articolazioni, la razza venne sospesa nel 1973, per poi riprendere nuovamente vita con esiti migliori grazie agli incroci con gli Exotic Shorthair e gli Shorthair Americani. Le varietà comprendono l’Highland Fold con pelo semilungo, nella classificazione SACC, nonché lo Scottish Fold a pelo corto e lo Scottish Fold a pelo lungo. Dalle unioni possono nascere esemplari fold e altri con le orecchie lunghe, definiti Straights. Due gatti con le orecchie corte non si possono accoppiare per non ricadere nelle problematiche genetiche di un tempo, per questo uno dei due dovrà possedere inderogabilmente le orecchie dritte.

Cure e prezzo

Il gatto Scottish Fold ha ottenuto un forte successo in USA, dove è molto diffuso e acquistato. È proprio grazie alle attenzioni statunitensi se ora la razza è forte e longeva: in Europa, invece, stenta a decollare sebbene vi siano sempre più acquirenti. Il corpo è corto e soffice, ma la sua fisicità gli permette di resistere anche alle basse temperature, mentre la colorazione del pelo predilige la variante grigio blu. La proposta è comunque vasta e comprende sia la tinta unita che il tigrato. Per quanto riguarda l’acquisto, e la scarsa diffusione degli allevamenti a tema, è bene rivolgersi solo a strutture certificate per non incappare nelle problematiche fisiche illustrate in precedenza. La cura del gatto prevede una pulizia precisa delle orecchie, per evitare infezioni e sporcizia, quindi un minimo di cura del pelo. I costi possono variare dai 500 agli 800 euro circa, ma sempre rivolgendosi a strutture specializzate e certificate.

15 agosto 2017
Lascia un commento