Scoperto nuovo allevamento lager nel riminese

La Polizia Provinciale di Rimini ha scoperto un allevamento lager di cani razza Maremmano, denunciando per maltrattamenti il proprietario 38enne. Lo spazio fatiscente era collocato a Mondaino, nella zona del riminese, dove 9 cani femmine venivano detenuti in condizioni pietose. Le fattrici sono state trovate legate a catena corta, senza nessun riparo e alla mercè degli eventi atmosferici.

Denutrite, senza cibo nè acqua, le 9 femmine di Pastore Maremmano Abruzzese per ora accertate vivevano in condizioni di sofferenza totale. Alcune di loro sono state recuperare con la catena completamente legata ad un albero, impossibilitate a qualsiasi movimento. L’uomo nutriva i cani occasionalmente, e in particolare con scarti di macelleria che gettava per terra senza nessuna cura.

A questi poveri esseri il compito di recuperare dal fango il misero e raro pasto. Probabilmente destinate alla proliferazione, in quanto fattrici, le 9 cagnolone sono state salvate appena in tempo. Il proprietario del posto denunciato all’Autorità Giudiziaria e i cani sono stati sequestrati. Condotti presso l’Asl di riferimento hanno goduto delle prime cure e vaccinazioni. Verranno seguiti dal canile di Riccione, che provvederà a chipparli e vaccinarli.

Per questi poveri animali si prospetta una vita migliore di quella che gli è capitata ingiustamente in sorte. Appena avranno recuperato le forze, verranno valutate tutte le proposte di adozione.

6 dicembre 2012
Lascia un commento