Nel 2012 un gruppo di scienziati ha trascorso tre settimane visitando alcune zone incontaminate e inesplorate del Suriname, luoghi liberi dalla presenza soffocante dell’uomo. La spedizione, composta dagli studiosi e da 30 uomini delle comunità indigene locali, ha portato alla scoperta di ben 60 nuove specie mai viste dall’uomo. Una vera rivelazione che ha aumentato l’elenco degli animali conosciuti di 1.378 esemplari. La compagine internazionale ha viaggiato via aereo, quindi elicottero e barca, per poi attraversare a piedi l’area composta da fiumi, montagne e foresta pluviale.

La pioggia costante ha reso difficoltoso il loro lavoro, allagando il campeggio a più riprese e costringendoli alla marcia quasi costante. Ma l’incredibile scoperta ha ripagato il gruppo degli sforzi, portando alla luce la presenza di 11 nuove specie di pesci, un nuovo esemplare di serpente, sei nuove rane e una serie di nuovi insetti. Il Dr Trond Larsen, membro effettivo del gruppo da campo, si è dichiarato sorpreso e felice per questi nuovi animali e in particolare per le inedite rane.

Vista la costante diminuzione delle rane nel mondo, la scoperta di questi nuovi esemplari ci rende felici e ci rincuora. In particolare per il ritrovamento della raganella dal color cioccolato.

L’elegante esemplare del mondo degli anfibi è stata ribattezzata Hypsiboas sp, proprio per il manto color cacao. Possiede delle zampe prensili con le quali scala gli alberi per procurarsi le foglie, nutrimento fondamentale della sua dieta. Tra le new entry anche un piccolissimo esemplare di coleottero, il secondo più piccolo del Sudamerica, chiamato Canthidium cf minimo e con un colore pari al rubino. I nuovi esemplari vivono pacifici in un’area dove l’uomo non ha fatto la sua comparsa, se non attraverso le figure degli indigeni locali.

Nonostante ciò, forse attraverso il vento e le perturbazioni atmosferiche, il mercurio è arrivato fino alle acque incontaminate della foresta pluviale. I test effettuati hanno rilevato un livello purtroppo superiore ai parametri di sicurezza.

4 ottobre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento