Scooter sharing elettrico: eCooltra tocca quota 300 mila utenti UE

Il servizio di scooter sharing elettrico eCooltra ha raggiunto quota 300 mila utenti in Europa. Il traguardo è stato raggiunto in due anni, durante i quali il servizio è stato lanciato a Barcellona, Madrid, Lisbona, Roma e Milano ed è arrivato a disporre di una flotta di circa 3.000 scooter elettrici (destinata a essere ampliata entro il 2018).

Nell’ultimo anno eCooltra ha festeggiato inoltre il primo anniversario per i servizi lanciati a Roma, Madrid e Lisbona, con un aumento degli utenti annuo pari al 183%. Più recente lo sbarco dello scooter sharing elettrico eCooltra a Milano. Come ha affermato Maurizio Pompili, Country Manager eCooltra per l’Italia:

Siamo orgogliosi di poter rappresentare, raccontare e promuovere un cambiamento in grado di produrre benefici per il singolo e per la collettività. Il servizio di sharing di scooter ad emissioni zero di eCooltra offre un approccio nuovo, flessibile e sostenibile alla mobilità nei centri urbani incontrando il favore di un sempre maggior numero di utenti che scelgono il rispetto dell’ambiente e la facilità di muoversi nel traffico senza stress.

=> Leggi di più su eCooltra, vincitore del Premio Sviluppo Sostenibile

Sono stati 5.152.000 i chilometri percorsi in due anni dagli scooter elettrici utilizzati dal servizio, i quali non hanno emesso CO2 grazie all’utilizzo per le ricariche di energia pulita. Il tutto con uno sguardo continuo al futuro, come sottolineato da Timo Buetefisch, fondatore e CEO del Gruppo Cooltra:

La mobilità elettrica continua ad accrescere il proprio successo grazie alla sua facilità d’uso, comfort e impatto positivo sull’ambiente. Il servizio di sharing di scooter elettrici di eCooltra cresce perché sono gli utenti stessi che lo richiedono. Siamo un servizio per la comunità.

Il bilancio di questi primi due anni è molto positivo, sempre più persone aderiscono al concetto di mobilità pulita e sostenibile di eCooltra. Prevediamo di raggiungere 500.000 utenti entro la fine dell’anno.

26 aprile 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento