Gli scooter elettrici spesso non sono altro che adattamenti delle versioni a benzina, si ricaricano con difficoltà e non sono per niente “pratici”. Partendo da queste considerazioni Jeb Gast, un giovane meccanico di Seattle, ha creato Fido, uno scooter elettrico tanto divertente e facile da guidare quanto semplice da ricaricare.

Lo scooter è stato presentato nelle scorse settimane all’EICMA di Milano, l’Esposizione internazionale del ciclo e motociclo. La batteria agli ioni di litio da 2,5 kWh una volta completamente scarica, si ricarica al pieno della sua capacità in sole tre ore. Fido è silenzioso, ha un design semplice, ma elegante ed è stato progettato per facilitare la vita dei motociclisti urbani.

Il conducente non è costretto a trasportare lo scooter al terzo piano del suo appartamento in centro né a calare giù dalla finestra una presa elettrica. La batteria può essere prelevata e ricaricata comodamente a casa, senza necessità di trasportare fino alla presa più vicina tutto lo scooter. Chi non ha un garage sarà più tranquillo sapendo che lo scooter, senza batteria, non potrà essere rubato.

La velocità massima raggiunta da Fido è di circa 70 km orari. Il mezzo ideale per spostarsi in città e coprire la distanza tra casa e lavoro. Non a caso l’ideatore lo ha realizzato pensando proprio ai pendolari urbani.

A gennaio la Fido Motors, azienda avviata da Jeb Gast, inizierà a produrre lo scooter. Nel 2015 dovrebbero approdarne sul mercato americano 150 esemplari. Lo scooter dovrebbe costare circa 5 mila dollari. Come ha illustrato Gast:

Le aziende che producono scooter non vogliono che riusciate a riparare da soli il vostro mezzo. Vogliono che vi rechiate in officina e paghiate per le riparazioni. Con Fido ho voluto cambiare la situazione.

Per questo motivo lo scooter è stato assemblato con materiali comuni e parti facili da smontare anche con attrezzi presenti in ogni casa. In questo modo le operazioni di manutenzione sono state rese più facili e veloci e non richiederanno l’intervento di personale specializzato.

27 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento