La vita del piccolo cagnolino Scooter sembrava segnata sin dal principio, infatti il cucciolo era nato senza le zampe anteriori. A quanto pare una mancanza impossibile da gestire da parte dei suoi proprietari, per questo Scooter era stato inserito in una scatola e lasciato davanti a un centro veterinario. Il mini cucciolo, di razza mix Lhasa Apso e Barboncino Nano, oggi è un tenero batuffolo di pelo bianco che, nonostante la disabilità sta crescendo con costanza. Ora a prendersi cura di lui è il Pitty Paws Bully Rescue Family, un centro di salvataggio per cani situato a Phoenix in Arizona. Il gruppo lo ha nutrito sin dai primi momenti per renderlo forte e sano.

Il piccolo Scooter sta imparando a muoversi e non solo con l’ausilio delle zampe posteriori, ma anche con il supporto di un carrellino speciale realizzato con i mattoncini Lego. Della riabilitazione del cucciolo di 12 settimane se ne sta occupando la Dottoressa Julie Mayer che, per convincerlo a muoversi, sventola davanti al musetto un cucchiaino con burro d’arachidi. Il mini cagnolino, altamente goloso, cede subito alla tentazione attivando anche un po’ di allenamento e riabilitazione. La struttura ossea è ancora troppo giovane e quindi, per il momento, le protesi sono escluse. Come hanno mostrato le radiografie Scooter è nato con due moncherini al posto delle zampette anteriori, ciò é dovuto a una malformazione genetica.

Per il momento sfrutta con passione il carrellino di Lego creato per lui da un bambino, quindi un palloncino gonfiabile utile a sollevarlo durante la camminata. Per il futuro, quando sarà più forte e stabile, la struttura valuterà nuove soluzioni. Ma la necessità del supporto si è rivelata importante, per impedire che Scooter continuasse a muoversi strisciando per terra e ferendosi il ventre. Su Facebook è stata creata una pagina a tema, The adventures of Scooter the 2 legged wonder, dove vengono pubblicati continui aggiornamenti sui suoi progressi.

24 luglio 2015
Fonte:
Lascia un commento