Arriva dalla Germania una nuova proposta per la mobilità eco-compatibile in ambito urbano. Il nuovo arrivato si chiama Scrooser e si fa notare per l’aspetto decisamente simile a quello di uno scooter caratterizzato da linee minimaliste, mentre la modalità di funzionamento ricorda quella tipica di un monopattino, puntando sulla spinta del piede per spostarsi ma coniugando il tutto con l’ausilio della motricità elettrica.

Il veicolo è infatti in grado di far leva su un motore elettrico, con il conducente che può fornire energia al mezzo dando una spinta con il piede. La portata della propulsione umana viene ampliata dal motore in dotazione, che consente a Scrooser di percorrere un discreto tragitto prima di richiedere un’ulteriore spinta.

Secondo quanto dichiarato dai suoi ideatori, l’originale monopattino elettrico assicura un’autonomia che, in modalità Eco, arriva fino a 25 giorni di funzionamento in città, facendo di questo veicolo a due ruote un mezzo pratico e interessante per spostarsi nell’affollato e caotico traffico tipico delle moderne metropoli, ovviamente senza richiedere alcun tipo di patente né obbligando a indossare un casco.

Scrooser è un veicolo nato dal lavoro di IFPEG, una piccola startup di Dresda fondata nel 2011 e alla ricerca di partner per far arrivare il simpatico scooter-monopattino alla produzione in serie. La raccolta di finanziatori avverrà con le modalità del cosiddetto “crowdfunding” attraverso Kickstarter, gruppo specializzato proprio in questo tipo di programmi.

Attualmente si sta lavorando per l’avvio della produzione dei primi 150 esemplari di Scrooser, ma nei piani degli ingegneri che seguono il progetto c’è quello di migliorare l’efficienza del propulsore elettrico e di apportare delle modifiche al telaio, in modo da favorire ulteriormente la già buona dinamica di guida.

25 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento