Sconti da H&M in cambio di abiti usati

Sconti in cambio di abiti usati. È l’ultima iniziativa della popolare catena svedese di abbigliamento H&M per promuovere il riciclo dei capi dismessi. A partire dal febbraio 2013, infatti, i clienti che consegneranno i loro vecchi vestiti nei punti vendita di 48 paesi, Italia inclusa, riceveranno un buono sconto del valore di 5 euro, utilizzabile per acquisti del valore di almeno 40 euro.

H&M, sigla che in realtà sta per Hennez & Mauritz, è il primo brand di moda a promuovere una simile iniziativa e precisa che saranno accettati indumenti di qualsiasi marca. Lo sconto, che equivale al 12,5% su una spesa di 40 euro, sarà riconosciuto per ciascun sacchetto di capi da riciclare, a prescindere dal numero di indumenti consegnati.

>> Scopri come riciclare la stoffa in modo creativo

Spiega Karl-Johan Persson, amministratore delegato di H&M:

Il nostro impegno in ambito sostenibile si attua sia sul piano sociale sia su quello ambientale. Vogliamo contribuire alla tutela dell’ambiente, ecco perché offriamo ai nostri clienti la possibilità di lasciare i loro abiti usati nei nostri punti vendita.

Gli abiti raccolti nei vari punti vendita della catena saranno poi affidati a I:Collect, partner dell’iniziativa, che procederà a recuperare le stoffe e gli altri componenti (H&M conta di riuscire a riciclare il 95% dei materiali). L’obiettivo, naturalmente, è quello di ridurre la produzione di rifiuti tessili e di rendere più efficiente l’uso delle materie prime.

7 dicembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento