Sciopero del trasporto pubblico a Roma martedì 15 novembre 2016. La nuova agitazione segue la precedente, in quell’occasione a carattere nazionale, svoltasi lo scorso 21 ottobre. Anche in questo caso la protesta sindacale avrà una durata di 24 ore, coinvolgendo i mezzi ATAC e con ripercussioni parziali su tre linee gestite da TPL.

=> Leggi i piani futuri per la mobilità a Roma

Lo sciopero dei trasporti previsto per martedì 15 novembre 2016 a Roma è indetto da Orsa Tpl, USB, Faisa Confail, SUL CT e UTL. Interesserà i mezzi ATAC di superficie (autobus, tram), le linee metropolitane e quelle ferroviarie locali (Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo).

=> Scopri soluzioni alternative green al trasporto pubblico a Roma

L’agitazione prenderà il via alle 8:30 e durerà fino alle 17, per poi riprendere alle 20 e concludersi a fine turno. Sono previste come di consueto due fasce di garanzia, durante le quali il servizio sarà regolare: dall’avvio del turno di servizio fino alle 8:30 e dalle 17 alle 20.

Allo sciopero sopracitato si affiancherà una seconda agitazione, indetta dai sindacati CGIL, CISL, UIL, Faisa CISAL e della durata di 4 ore, che coinvolgerà tre linee gestite dalla società Roma TPL. Si tratta della 030, della 036 e della 778.

Le tre linee TPL coinvolte in questa seconda agitazione saranno a rischio durante la fascia oraria che andrà dalle 8:30 alle 12:30. Nella restante parte della giornata il servizio risulterà regolare.

14 novembre 2016
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento