Sciopero nazionale dei trasporti pubblici. Molte le difficoltà venerdì 22 marzo per chi ha necessità di spostarsi da casa senza un mezzo privato. I maggiori problemi sono previsti come di consueto a Roma e Milano, dove l’assenza dei mezzi Atac/Metrebus e ATM sta già cominciando a farsi sentire. Entrambe le città hanno quindi optato per una temporanea sospensione delle principali ZTL.

>>Scopri le soluzioni in car sharing per circolare a Milano

Sciopero dei mezzi pubblici che a Milano porta alla sospensione dei previsti ticket di Area C. Milanesi liberi quindi di circolare con le proprie autovetture all’interno della Cerchia dei Bastioni. A Roma aperte le ZTL diurne e quelle riguardanti Trastevere. Differenti le modalità dell’agitazione da città a città, con l’applicazione che riguarderà anche altri grandi centri come Torino, Bologna, Palermo, Napoli, Genova, Venezia, Bari e Cagliari.

>>Scopri il car sharing di Roma per circolare nella Capitale

Sciopera oggi anche il personale viaggiante di Alitalia e Alitalia CityLiner dalle 12 alle 16. A rischio in alcuni casi anche i treni a percorrenza locale, come ad esempio il Trenord a Milano o la linea ferroviaria Roma-Viterbo per quanto riguarda la Capitale.

Queste le modalità di svolgimento nelle diverse città:

  • Milano: Gli autobus, treni e metropolitane saranno fermi dalle 8 e 45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio. Fasce di garanzia previste dalle 6 alle 8 e 45 e dalle 18 alle 21. Attenzione anche per chi viaggia con le Ferrovie Nord. La Trenord sarà interessata dallo sciopero dalle 9 alle 18 e dalle 21 a fine servizio. Possibili disagi infine anche sulla Malpensa Express;
  • Roma: Sciopero dei trasporti pubblico in vigore dalle 8 e 30 alle 17 e dalle 20 fino a fine servizio. La fascia oraria tra le 17 e le 20 verrà garantita. Saranno interessati autobus, tram, filobus e le ferrovie Roma-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Giardinetti. Ferme anche le metropolitane A e B. A rischio anche le linee notturne dalla N1 alla N27;
  • Torino: Fermi i mezzi della locale GTT dalle ore 9 alle 12 e nel pomeriggio a partire dalle 15 alla fine servizio. Interessate anche le autolinee extraurbane, ferme dalle 8 alle 14.30 e dalle 17.30 alle 24;
  • Bologna: Possibili disagi per chi viaggia dalle 8 e 30 alle 16 e 30 e dalle 19 e 30 a fine servizio;
  • Venezia: Lo sciopero interesserà i mezzi pubblici, sia terrestri che i vaporetti, dalle 9 alle 16 e 30 e dalle 19 e 30 al termine del servizio giornaliero. Verranno tuttavia assicurati i collegamenti con le isole;
  • Napoli: stop ai mezzi pubblici dalle 8 della mattina fino alle 17. Fascia di garanzia tra le 17 e le 19 e 30, quando riprenderà lo sciopero per concludersi a fine turno;
  • Palermo: Possibili disagi per chi si sposta tra le 8 e 30 e le 17 e 30.

22 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento