Sono diventate praticamente inseparabili, dopo molti anni di solitudine. È questa la storia di due scimpanzé ospitati presso un santuario statunitense, pronti a tenersi mano per mano per lunghe ore durante la giornata. Il filmato, condiviso sulle piattaforme social, ha raccolto sin da subito grande approvazione dai navigatori, con migliaia di condivisioni su Facebook e Twitter.

Terry e Jeannie sono due scimpanzé ospitate presso il santuario Save the Chimps, una struttura attrezzata per i primati in Florida. Secondo le ricostruzioni della stampa statunitense, Terry è stata per ben 18 anni l’unica scimmia ospitata da uno zoo di Las Vegas, un fatto che le ha causato un’incredibile solitudine. Condotta presso il rifugio nel 2013, da qualche tempo la scimmia ha subito legato con l’amica Jennie e le due sono diventate davvero inseparabili. Tanto che Terry tiene la compagna per mano per gran parte della giornata, forse impaurita dalla possibilità, fortunatamente oggi remota, di rimanere nuovamente sola. Jennie proviene invece da un laboratorio di ricerca, dove anch’essa è rimasta per parecchi anni.

Molly Polidoroff, direttore esecutivo di Save The Chimps, ha raccontato il primo incontro fra le due scimmie in occasione di una recente intervista per un’emittente televisiva a stelle e strisce:

Le due scimmie si sono avvicinate e si sono abbracciate. È stato un affetto immediato. Non hanno voluto lasciare le rispettive mani.

Jeannie, nata in libertà e poi catturata a scopi di ricerca, è da tempo chiamata dallo staff del rifugio “Jeannie Momma”. Questo perché lo scimpanzé da sempre mostra una naturale inclinazione al ruolo di esemplare materno, pronto ad aiutare e confortare le altre scimmie ospitate all’interno del centro. Il rapporto che si è venuto a formare con Terry, tuttavia, è unico nel suo genere: i due animali è come se si conoscessero da sempre, è come se percepissero di aver vissuto un destino comune. E, forse per questo, non riescono a separarsi l’una dall’altra.

15 marzo 2016
Fonte:
UPI
Immagini:
Lascia un commento