Scarpe ecologiche amiche dell’ambiente. La novità arriva dal Veneto ed è frutto della collaborazione tra il Consorzio maestri calzaturieri e l’Università Cà Foscari attraverso il Dipartimento di scienze ambientali, informatiche e statistiche e il Dipartimento di scienze molecolari e nanostrutture. Calzature a basso impatto ambientale realizzate con l’ausilio di speciali colle e solventi verdi pronte per entrare nel crescente settore della economa.

>>Scopri Cartina, la scarpa di carte made in Italy

Le ecoscarpe sono frutto di numerosi testi condotti in laboratorio su tomaie e più in generale sul procedimento di incollaggio delle componenti in pelle delle calzature. Un progetto che sembrerebbe aver fornito i risultati sperati e che vede come prossimo passo l’esportazione delle conoscenze acquisite presso le aziende impegnate nella produzione di questi articoli d’abbigliamento.

>>Scopri One Moment, le scarpe biodegradabili in plastica vegetale

Al centro di questa innovazione i nuovi prodotti studiati per la lavorazione delle calzature. I nuovi solventi proposti nell’ambito del progetto appartengono alla categoria dei dailchil carbonati e sono ritenuti non pericolosi dall’OCSE. Questi composti mirano a sostituire gli attuali preparati nocivi per l’uomo e per l’ambiente che lo circonda. Minore pericolosità, ma non solo. I prodotti utilizzati durante lo studio finanziato dalla Regione Veneto mostrano una resa maggiore rispetto ai corrispettivi non ecocompatibili e richiedono quindi l’impiego di una minore quantità.

I vantaggi per l’ambiente sarebbero quindi molteplici, legati sia alla minore tossicità del prodotto che al suo ridotto impiego durante la catena di produzione. Un’attenzione per la sostenibilità che rappresenta un requisito importante per una crescente fetta del mercato dell’abbigliamento, come dimostra anche il numero sempre maggiore di case di moda che scelgono di rispettare l’ecosistema.

11 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento