Scandalo prosciutto iberico scaduto, Carrefour ritira lotti coinvolti

In seguito allo scandalo della “rietichettatura di carni e salumi scaduti” che tiene banco già da un po’ di tempo, e dopo l’allerta sanitaria lanciata dall’Agenzia spagnola di tutela dei consumatori, la sicurezza alimentare e la nutrizione, Carrefour ha deciso di ritirare dai suoi supermercati in Spagna tutti i prosciutti iberici a marchio Oro de la Ermita.

=> Scopri perché sono state sequestrate 300 mila cosce di Prosciutto di Parma e San Daniele

Una decisione drastica, quella presa dalla nota catena di supermercati, che perviene nonostante la società Comapa – che fornisce i prosciutti a Carrefour – abbia escluso che le cosce utilizzate per realizzarli potessero essere coinvolte nella scandalosa vicenda che sta riguardando numerose marche: Bodega Alto de Aitana, Sierra Gorda, Air de Mariola, Serrania de Ameta, El Galan, Prosciutti Croval, Don Enrique y Oro Ermita, i cui prodotti alimentari vengono distribuiti attraverso catene di supermercati della famiglia Cash e Kuups Design.

Chiamato in Spagna come “Frode del prosciutto iberico”, il caso ha visto centinaia di migliaia di tonnellate di carne e affettati scaduti che venivano “ripuliti”, nuovamente etichettati e così rimessi in vendita: salsicce, salami e quasi 15mila prosciutti nella stragrande maggioranza del Paese iberico venivano così riciclati nonostante versassero in cattive condizioni, per una questione considerata un grave rischio per la salute pubblica.

=> Leggi anche dei gamberetti gonfiati con il gel

Le indagini hanno preso il via oltre un anno fa e sono ancora in corso, con la polizia che sta continuando a ispezionare diversi magazzini, si dice, impegnati nella rietichettatura e nel reimballaggio delle carni scadute per venderle irregolarmente nelle catene dei supermercati, ma anche nelle carceri della Spagna.

6 luglio 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento