SbloccaRoma: 500 milioni di euro per bus, metro e mobilità sostenibile

Stimolare la mobilità sostenibile e il trasporto pubblico a Roma. Questo l’obiettivo dello SbloccaRoma, la proposta di Bilancio 2019-2021 approvata dalla Giunta Raggi che mira a investire sulla Capitale circa 500 milioni di euro nei prossimi tre anni. Interessati dallo stanziamento saranno sia i mezzi circolanti che la realizzazione di infrastrutture e di nuovi percorsi ciclabili e preferenziali.

I 500 milioni di euro previsti dallo SbloccaRoma per la mobilità sostenibile verranno destinati, come affermano fonti del Campidoglio, all’ammodernamento delle linee metro A e B nonché al prolungamento della C. Previste inoltre “nuove infrastrutture, tram, corridoi filoviari, ciclabili, preferenziali e messa in sicurezza degli incroci più pericolosi”. Come ha dichiarato la sindaca di Roma, Virginia Raggi:

Un’iniezione di liquidità che consentirà di rivoluzionare il complesso dei trasporti a Roma. Una cascata d’investimenti per portare avanti progetti e opere che in concreto significano nuovi bus, tram, corridoi della mobilità, un collegamento metro più capillare, con un’attenzione particolare alla messa in sicurezza degli incroci più pericolosi a due passi dagli istituti scolastici. Grazie allo ‘Sblocca Roma’ realizzeremo un cambiamento radicale nella nostra città nei prossimi tre anni.

=> Leggi di più sul progetto Ecopass a Roma

Lo SbloccaRoma dovrà passare ora per l’approvazione, entro i termini di legge, da parte dell’Assemblea Capitolina. Una volta completato l’iter legislativo verranno sbloccati investimenti volti a favorire la mobilità sostenibile, tra i quali circa 40 milioni di euro per la progettazione e realizzazione di “nuove ciclabili, isole ambientali, impianti semaforici, messa in sicurezza degli incroci più pericolosi, nuovi hub multimodali, attraversamenti pedonali luminosi”. Ha dichiarato l’assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale, Linda Meleo:

Parliamo d’investimenti che serviranno anche a realizzare nuove ciclabili, preferenziali, hub multimodali e nuovi impianti semaforici per Roma, non solo progettazione ma nuovi cantieri visibili a partire dal prossimo anno. Grazie alla puntuale programmazione messa in campo abbiamo garantito fondi per interventi capillari alle metropolitane che garantiranno un restyling delle linee e dei collegamenti tranviari con interventi mirati.

=> Scopri le novità in arrivo a Roma per le strisce blu

Circa 294 milioni di euro verranno invece destinati ai lavori di ammodernamento delle linee metro A e B, alla linea C e a quanto richiesto per il miglioramento della rete tranviaria e filoviaria. Ulteriori 134 milioni di euro di investimenti sulla mobilità sostenibile serviranno per l’acquisto di autobus e per la realizzazione e protezione di corsie preferenziali. La messa in gara e avvio dei lavori per ulteriori parcheggi di scambio nei pressi delle stazioni ferroviarie e delle fermate delle linee metro richiederanno circa 23 milioni di euro. Come ha concluso l’assessore al Bilancio di Roma Capitale, Gianni Lemmetti:

Abbiamo voluto disegnare per la città di Roma un piano d’investimenti fortemente espansivo per i prossimi tre anni. Una manovra da 1 miliardo e 120 milioni di euro, di cui quasi la metà andrà ai trasporti e alla mobilità sostenibile. Si tratta di un primo passo, un grande impegno per rendere questa città più vivibile per i cittadini. Il resto della manovra sarà destinato alla manutenzione urbana e al welfare, con una maggior attenzione ai Municipi. Ora la manovra passerà all’Assemblea Capitolina per l’approvazione definitiva.

28 novembre 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento