Sbalzi d’umore: sintomi, cause e rimedi

Possono manifestarsi in seguito a una situazione che crea ansia oppure come conseguenza di un cambiamento ormonale, o semplicemente come reazione fisiologica dell’organismo al cambio di stagione: gli sbalzi d’umore rappresentano repentini cambiamenti dello stato d’animo che, in un lasso di tempo anche molto breve, può passare da una condizione allegra ed euforica a una crisi nervosa o a estrema tristezza.

=> Scopri come combattere l’influenza con il buon umore


Dietro gli sbalzi d’umore si celano ragioni chimiche vere e proprie, che hanno come protagonisti i neurotrasmettitori, in primo luogo la serotonina. È fondamentale per regolare vari aspetti della vita e nota come “ormone del buonumore”, è stimolata della luce solare tanto che quando viene a mancare – come nei mesi autunnali e invernali – può dare origine a malesseri di vario tipo che coinvolgono soprattutto la sfera emotiva.

Sbalzi d’umore o depressione?

Gli sbalzi d’umore non sono cambiamenti graduali ma del tutto improvvisi, non durano a lungo e si manifestano in modo passeggero: questa è proprio una differenza sostanziale che deve farli distinguere da stati depressivi veri e propri, tutt’altro che semplici da far passare.

In presenza di altri sintomi, come insonnia, spossatezza, perdita di peso o aumento dello stesso, così come quando gli sbalzi d’umore non accennano a regredire, è molto importante rivolgersi al proprio medico e cercare supporto prima che uno stato d’animo malinconico e demoralizzante possa realmente essere indice di depressione.

Tra i sintomi che, generalmente, si associano a un repentino cambio di stato d’animo compaiono nervosismo, reazioni esagerate rispetto agli eventi e alle situazioni, irritabilità e agitazione. Talvolta può manifestarsi anche aggressività o, al contrario, totale apatia.

Le cause

Le cause che possono provocare gli sbalzi di umore sono molto variegate, talvolta legare all’assunzione di alcune tipologie di farmaci che hanno come effetti collaterali proprio cambiamenti a livello dello stato emotivo.

Se, in casi rari, il motivo deve essere ricondotto alla presenza di malattie anche gravi, come il morbo di Alzheimer o eventuali disturbi della personalità, più spesso gli sbalzi sono conseguenze di cattive abitudini o vere e proprie dipendenze legate al consumo di alcol o nicotina, ma anche droghe di vario tipo.

=> Scopri perché camminare migliora l’umore


Nelle donne, inoltre, entrano in gioco fattori inerenti la sfera ormonale soprattutto in alcune fasi del ciclo mestruale o della stessa vita femminile: si parla della sindrome premestruale, della menopausa, del periodo che segue il parto.

Rimedi naturali

Se si escludono cause patologiche come origine degli sbalzi d’umore, è sempre possibile correre ai ripari adottando stili di vita corretti e seguendo alcuni consigli che aiutano a ritrovare benessere e stabilità interiore, in modo del tutto naturale:

  • attività fisica, da svolgere anche all’aperto quando possibile per scaricare la tensione e tenere sotto controllo lo stress;
  • buon sonno: dormire un numero sufficiente di ore per notte favorisce il benessere fisico e mentale;
  • alimentazione sana e ricca di cibi che contengono triptofano, il precursore della serotonina presente nella frutta secca, nel latte e nei formaggi fermentati, nei legumi come ceci e lenticchie. Anche i carboidrati complessi, come pane e pasta, favoriscono la sintesi del triptofano;
  • magnesio supremo, un integratore molto utile per combattere lo stress ed eventuali stati di agitazione e irritabilità.

16 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento