Da tempo si parla dei numerosi benefici che la sauna sarebbe in grado di apportare all’organismo, ma tutte queste affermazioni raramente sono state sostenute da prove scientifiche. Di recente alcuni studi hanno dimostrato che effettuare questo trattamento con regolarità può aiutare a prevenire e a trattare diverse malattie.

Questa tipologia di trattamento è una forma di terapia a base di calore che proviene dalla Finlandia. In molti casi viene utilizzata per ricavarne un senso di relax e consiste nell’eseguire delle sessioni di riposo da 5 a 20 minuti a temperature tra 80 e 100 °C intervallate da pause di raffreddamento tramite l’uso della doccia o della piscina.

=> Scopri i benefici della sauna per la pressione alta

Grazie ad uno studio del 2015 i ricercatori dell’Università della Finlandia hanno avuto la possibilità di registrare le abitudini di 2300 persone, seguendo il loro stato di salute per più di 20 anni. È stato osservato che in coloro che hanno effettuato regolarmente una sauna si erano verificate meno morti da malattie cardiache o ictus. L’anno successivo una ricerca sullo stesso gruppo di persone ha permesso di verificare che era stato ridotto notevolmente il rischio di demenza.

Un’altra ricerca recente ha coinvolto 1621 persone monitorate nell’arco di 22 anni. Una sauna effettuata quattro o sette volte alla settimana è riuscita a ridurre il rischio di ipertensione di circa il 50%. La scienza non ha ancora compreso nel dettaglio come la sauna sia capace di ridurre l’incidenza delle malattie cardiache, ma è stato visto che il calore provoca un aumento della frequenza cardiaca e un ingrandimento dei vasi sanguigni.

=> Leggi perché la sauna è efficace contro Alzheimer e demenza

Questo consente di aumentare il flusso del sangue nell’organismo, rendendo migliore la funzionalità cardiovascolare e di conseguenza riducendo il rischio di malattie cardiache. La sauna provocherebbe degli effetti benefici simili a quelli che si possono riscontrare tramite l’esercizio fisico.

Effettuare una sauna con regolarità permetterebbe di migliorare la gestione del dolore e dei sintomi associati a malattie come artrite reumatoide e osteoartrite. Inoltre ridurrebbe l’incidenza dei raffreddori e migliorerebbe la funzionalità respiratoria dei pazienti con malattie polmonari, come la bronchite cronica e l’asma.

I ricercatori finlandesi hanno di recente monitorato la salute di più di 2 mila uomini di mezza età, dimostrando che chi effettuava di frequente una sauna aveva minori probabilità di sviluppare una polmonite. Tutto questo probabilmente a causa dell’effetto positivo del calore, che riduce la congestione nei polmoni e migliora la capacità di respirare.

13 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento