Sauna: i benefici per la salute

Frequentare una sauna può risultare piacevole, rilassante, ma anche portare diversi benefici per la salute. Sebbene già in epoca romana fossero presenti dei centri termali di particolare rilievo, la sauna così come è concepita attualmente ha avuto origine in Finlandia intorno al 1100 dopo Cristo (malgrado alcuni ritengano che tali strutture possano avere una storia ancor più lunga).

La sauna “finlandese” propriamente detta si svolge all’interno di stanze realizzate in legno, prevalentemente abete rosso o pioppo, a una temperatura compresa tra gli 80 e i 100 gradi e un tasso di umidità molto basso (tra il 10 e il 20%). Si consiglia di soggiornarvi per un periodo medio di 15 minuti, variabile in funzione della tolleranza personale. Viene sconsigliata, ad esempio, in caso di patologie cardiache, ferite non ancora rimarginate, malattie veneree o cutanee, ed epilessia.

Sauna


Benefici per la salute

I benefici per la salute che derivano dal frequentare una sauna sono diversi, a cominciare da quelli che interessano il benessere del cuore. A confermarlo uno studio della University of Eastern Finland di Kuopio datato 2015, durante il quale sono stati seguiti per 21 anni 2315 uomini finlandesi, tra i 41 e i 60 anni, riscontrando come i frequentatori di queste strutture mostrassero un minor rischio di patologie cardiovascolari.

Chi si recava in sauna, per almeno 20 minuti al giorno, dalle due alle tre volte a settimana mostrava un rischio di malattie cardiache ridotto del 22%, percentuale che passava al 66% in caso di frequenza di almeno 4 volte. Per quanto riguarda invece le patologie coronariche la riduzione del rischio era rispettivamente del 23 e del 48%.

=> Leggi di più sui benefici della sauna per la pressione alta

Simili le conclusioni a cui è giunto un secondo studio, sempre della University of Eastern Finland e datato questa volta 2017, che ha associato una frequenza regolare in una sauna al minore rischio di ipertensione (-46%). I partecipanti alla ricerca sono stati in questo caso 1621, tutti di età compresa tra i 42 e i 60 anni (seguiti per 22 anni). I ricercatori hanno tenuto conto anche di eventuali fattori quali fumo e indice di massa corporeo.

Uno studio datato 2016 e realizzato dai ricercatori della University of Eastern Finland ha invece puntato il dito sui benefici per la salute dell’apparato cardiovascolare, indicando nella sauna un alleato naturale per ridurre il rischio di Alzheimer o altra forma di demenza. Secondo gli esperti frequentare da 4 a 7 volte a settimana questo tipo di struttura ridurrebbe il rischio demenza del 66% mentre quello di sviluppare Alzheimer del 65%.

=> Scopri di più sui benefici della sauna contro demenza e Alzheimer

Uno studio condotto in Finlandia e pubblicato a maggio 2018 dai ricercatori dell’Università di Bristol ha indicato la sauna come possibile alleato nella prevenzione dell’ictus. Secondo gli studiosi britannici maggiore era il numero di giornate in cui il soggetto si recava in sauna durante la settimana e minore era la propensione verso la patologia vascolare.

Alla sauna sono anche associati benefici per la salute quali il miglioramento della circolazione sanguigna, sia centrale che periferica, grazie all’azione dilatatoria sui vasi sanguigni. Favorisce inoltre una più profonda pulizia della pelle e ha un effetto tonificante e rilassante. Questo rimedio naturale è quindi efficace anche nel trattamento di situazioni di ansia e stress.

8 giugno 2018
Lascia un commento