SANA 2018: prodotti veg pronti a invadere il mercato mondiale

Prodotti vegetariani e vegani in crescita a livello globale. A sostenerlo una ricerca condotta da Mintel sui mercati internazionali tra luglio 2017 e giugno 2018, dalla quale emerge come il 11% di tutti i prodotti alimentari/bevande fosse vegetariano e il 5% vegano. I prodotti vegan sarebbero triplicati negli ultimi 5 anni, con una crescita del 175%. Lo studio è stato presentato da AVI e CSQA, due certificazioni per lo sviluppo del settore veg che saranno presenti a SANA 2018.

=> Leggi quali sono le principali novità in arrivo a SANA 2018

La crescita dei prodotti vegetariani e vegano a livello globale è un fenomeno, spiegano le sigle alla vigilia di SANA 2018, che porta a “tendenze significative nei mercati e in ambito sociale e culturale”. Tra queste il fatto che sempre più consumatori non vegani si stia avvicinando ai prodotti privi di derivati animali, attribuendo a tali alimenti un valore dal punto di vista salutistico, etico e qualitativo. Come ha dichiarato la presidente AVI, Carmen Nicchi:

Da quasi 70 anni, l’Associazione Vegetariana Italiana, insieme ad altre associazioni, svolge un lavoro culturale profondo che finalmente è riuscito a portare a termine il suo primo grande obiettivo: far emergere l’alimentazione veg nella sua giusta dimensione di una dieta di qualità: etica, buona e salutare.

=> Scopri di più su SANA 2018, giunto alla 30esima edizione

Non fa eccezione l’Italia, dove il gradimento dei consumatori verso i cibi vegetariani e vegani è confermato dall’interesse verso ricette e prodotti veg in linea con la Dieta Mediterranea. L’8% di cittadini italiani che si dichiara vegetariano o vegano può contare, secondo TripAdvisor, rispettivamente su 53 mila e 39 mila ristoranti che presentano menù dedicati.

La crescita delle certificazioni offerte anche da AVI e CSQA è frutto anche del sempre maggiore gradimento che i prodotti italiani certificati veg riscuotono all’estero, come sottolineato da Sophia Somaschi, rappresentante di V-Label Italia. Un fattore evidenziato in vista di SANA 2018 anche da Maria Chiara Ferrarese, vicedirettore e R&S Executive Manager CSQA:

La sinergia con AVI e V-Label Italia ha aiutato le imprese alimentari italiane ad entrare nel mercato dei prodotti veg attraverso un efficace sistema di garanzia, valorizzazione e identificazione dei prodotti sui mercati internazionali, per scelte consapevoli da parte del consumatore.

4 settembre 2018
Lascia un commento